Norvegia apripista della ricarica a induzione per auto elettriche

Mobilità green a zero emissioni, la Norvegia è l’esempio di come dovrebbe essere la situazione in tutti i Paesi

Oslo è la città che più di tutte mostra come dovrebbe essere la situazione della mobilità green in tutto il mondo.

All’avanguardia infatti per quanto riguarda i veicoli a zero emissioni e sempre alla ricerca di nuove soluzioni per arrivare al trasporto 100% elettrico. Oggi la capitale norvegese ha lanciato un nuovo progetto che permette ai taxi elettrici di ricaricarsi per induzione. Sono state create delle apposite piazzole di sosta, delimitate e riconoscibili, che permettono ai tassisti che si trovano alla guida di un’auto elettrica con tecnologia wireless, di ricaricarsi di energia nelle pause, in modo da sfruttare i momenti “morti” tra una corsa e l’altra. Il tutto è possibile grazie alle piastre di ricarica messe a disposizione delle aree pubbliche delimitate.

La città di Oslo è pronta a trasformare la mobilità completamente a zero emissioni, tutti i taxi saranno elettrici per legge dal 2023 e la ricarica induttiva non è solo un progetto che tarda ad arrivare, ma è già realtà. Fin dalla prima fase, che è quella attuale, i veicoli potranno essere ricaricati fino a 75 kW. Non parliamo solo di infrastrutture di ultima generazione, ma anche di fornitura, nelle stazioni dei taxi, di energia prodotta da fonti rinnovabili.

La Norvegia è uno dei primi Paesi del mondo a lanciare e sviluppare l’elettrificazione del parco auto e moto circolante. Entro il 2025 tutte le città norvegesi vedranno ogni nuova auto venduta solo elettrica, ibrida plug-in oppure anche a idrogeno, tutte soluzioni che vedono emissioni molto ridotte. Dal 2020 a Oslo anche tutti i veicoli commerciali leggeri dovranno essere ibridi o alimentati da energie rinnovabili. Gli abitanti in Norvegia sono circa 5 milioni in tutto e dal 2018 nel Paese sono state vendute ben 46.143 auto elettriche. Questo è il motivo per cui il Paese scandinavo è il primo mercato europeo, al secondo posto vediamo la Germania con 31.095 unità e la Francia con 31.095. La situazione italiana la conosciamo tutti ed è ancora agli inizi, con solo 4.948 vetture EV immatricolate dal 208, pari allo 0,3% del mercato.

Gli obiettivi della Norvegia sono molto ambiziosi e sono anche appoggiati da una politica di sgravi fiscali molto attiva. Nel Paese infatti acquistare una vettura 100% elettrica significa beneficiare di corposi incentivi che rendono le vetture vantaggiose, oltre che di tendenza.

MOTORI Norvegia apripista della ricarica a induzione per auto elettriche