Microlino, la city-car tutta italiana

A 5 anni dalla sua prima comparsa, la microcar prodotta a Torino arriverà sul mercato a fine 2021

Nonostante per molti rappresenti un esempio di come sarà la mobilità urbana del futuro, le sue radici sono ben piantate nel passato. Negli Anni ’50, a voler essere estremamente precisi. Guardandolo, infatti, è impossibile non rivedere la stessa estetica della Isetta, celebre treruote prodotta dall’italiana Iso e, su licenza, dalla tedesca BMW.

E proprio come quella microvettura, anche Microlino si pone come elemento di rottura con tutto ciò che l’ha preceduto. Presentato per la prima volta nel 2016 e arrivato in versione aggiornata e definitiva al Salone di Monaco 2021, Microlino è una city-car (a quattro ruote, al contrario della sua antenata) dotata di motore elettrico e dalle dimensioni decisamente ridotte. Può ospitare un massimo di due persone, ha un unico portellone anteriore e, per dimensioni, performance e autonomia, è perfetta per spostarsi in città e trovare agilmente un parcheggio.

Il Microlino 2.0, svelato nel corso dell’IAA Mobility di Monaco, ha un nuovo telaio unibody che conferisce maggiore rigidità e stabilità, migliora il feeling di guida e conferisce all’intero veicolo un livello di sicurezza più elevato. A questo si uniscono le tre versioni che strizzano l’occhiolino a chi è alla ricerca di un’automobile piccola e facile da guidare per spostarsi nel traffico delle grandi città europee.

La versione Urban è dotata di un battery pack da 6 kWh, capace di garantire un’autonomia di 95 chilometri e ricaricabile in circa 4 ore. La versione Dolce monta invece batterie da 10 kWh, ricaricabili in 3 ore e con autonomia estesa fino a 175 chilometri. Nella versione Competizione il pacco batterie è da 14 kWh, capaci di garantire fino a 235 chilometri di autonomia. Più che sufficienti, dunque, per spostarsi in città per una settimana.

Tutte e tre le versioni montano il medesimo powertrain: un motore elettrico in grado di sviluppare una coppia di 118 Nm e di spingere la microcar made in Italy fino a 90 chilometri orari (con un’accelerazione da 0 a 50 chilometri orari in 5 secondi). Gli interni, come ci si può aspettare, sono piuttosto spartani, ma grazie al display posto dietro il volante, il guidatore avrà tutte le informazioni di cui ha bisogno sempre a portata di mano.

La produzione di Microlino dovrebbe prendere il via nelle prossime settimane e i primi esemplari dovrebbero essere consegnati prima della fine del 2021. Il prezzo di listino per la versione Urban è di 12.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Microlino, la city-car tutta italiana