Lambo LB48h: il codice segreto per l’ibrido di Lamborghini

I rumors dell’ambiente parlano chiaro: Lamborghini sta “lavorando” a un'Hypercar ibrida. Porsche docet?

La vita dei grossi motori aspirati a 8 e 12 cilindri si fa ogni giorno più dura, le normative antinquinamento sempre più restrittive stanno obbligando molte case a passare ai turbo che assicurano rendimenti più alti e livelli di inquinamento conseguentemente più bassi. Questa è la strada scelta da Porsche per la sua 911, prima diventata ad acqua e poi con una gamma completamente turbo.

In una Hypercar però il turbo ha il grosso limite di non poter girare molto in alto, poche si spingono oltre ai 7000 giri al minuto e quindi addio urlo disperato di un V12 a 9000 giri al minuto, delizia per gli appassionati del mondo Lambo. Anche qui però Porsche docet e per la sua strabiliante 908 Spyder ecco l’accoppiamento di potenti motori elettrici con un V8 aspirato.

Questa sembra essere anche la strada che da molte indiscrezioni, anche se non abbiamo ancora nessuna conferma ufficiale, Lamborghini intenda percorrere. Pare infatti che Lamborghini nel corso di un evento privatissimo dedicato ad alcuni clienti selezionati abbia mostrato una hypercar ibrida con il motore V12 e rivitalizzato da una ulteriore assistenza elettrica secondaria. Secondo i rumours, il progetto di Lamborghini ibrida indicherebbe la via per prossima generazione di Aventador e di Huracan, che offrirebbero in entrambi i casi versioni ibride.

Questa hypercar ibrida denominata “LB48H” verrebbe prodotta in circa 60 esemplari e riprenderebbe i tratti stilistici della concept Terzo Millennio. E proprio in questo modello troverebbero sviluppo concreto alcuni contenuti tecnici sviluppati da Lamborghini insieme al MIT. Tali studi sarebbero rivolti alla riduzione del peso, un elemento di straordinaria importanza quando si parla di una hypercar. Bisogna infatti pensare che l’incremento medio di peso per un sistema ibrido completo (batterie, motore e elettronica di controllo) arriva a circa 120 kg e tale peso deve essere controbilanciato da un aumento di prestazioni e deve comunque garantire un ottimo comportamento dinamico del veicolo. Ricordiamo che nel concept “Terzo Millennio” Lamborghini tecnologicamente si spingeva molto oltre, fino all’utilizzo della carrozzeria come accumulatore d’energia e all’uso di batterie con alta capacità di scarica e di ricarica.

Con molta probabilità LB48H arriverà per il 2020 e molto probabilmente Lamborghini la presenterà ufficialmente durante uno degli imminenti prossimi saloni internazionali come quello di Tokyo o di New York.

 

La Concept Terzo Millennio

MOTORI Lambo LB48h: il codice segreto per l’ibrido di Lamborghini