Escrementi come carburante: ecco l’auto del futuro

Il futuro potrà davvero riservare un carburante bio per le nostre auto.

Il futuro potrà davvero riservare un carburante bio per le nostre auto.
 
La Hyundai Tucson Cell è stata da poco nominata tra i Green Suv 2015 dalla rivista Green Car.
 
La Tucson Fuel Cell può infatti ottenere il carburante necessario dal gas idrogeno che deriva direttamente dagli escrementi grazie alle celle di combustibile a idrogeno.
 
L’idea proviene da alcuni scienziati dell’UC Irvine’s National Fuel Cell Research Center, i quali hanno trovato il modo di convertire i rifiuti gettati nella toilette in idrogeno.Si tratta di un processo piuttosto complesso.
 
In sintesi: la parte solida degli escrementi viene separata  dall’acqua grazie ad alcuni batteri i quali trasformano gli escrementi in idrogeno.
 
L’idrogeno così prodotto andrà direttamente nelle pompe di benzina per ricaricare le automobili.
 
Hyundai afferma che vi saranno dozzine di rifornimenti in California, che il tempo per fare carburante sarà di circa 5 minuti, e che le prestazioni dell’autoveicolo saranno eccellenti (con un pieno oltre 400 km).
 
I veicoli elettrici a idrogeno a cella combustibile presentano numerosi vantaggi oltre che un’ottima autonomia e velocità di rifornimento al pari della benzina, e in più, rispetto a quest’ultima, hanno una produzione nulla di gas a effetto serra ed emettono unicamente vapore acqueo.
 
 
MOTORI Escrementi come carburante: ecco l’auto del futuro