Ford, miliardi di bottigliette riciclate per fare i tappetini

Ogni anno vengono riciclate migliaia di tonnellate di plastica che, altrimenti, finirebbero in discarica o in mare

Il rispetto e la cura per l’ambiente non passano solo da motori sempre più ecologici ed efficienti.

Passa anche attraverso gesti apparentemente piccoli, ma dal grandissimo impatto. Lo sanno benissimo in Ford, dove da oltre 20 anni utilizzano plastica riciclata per realizzare dettagli e finiture per le loro automobili. Il veicolo cui è toccato “l’onore” di inaugurare questa tendenza è stata la Ford Mondeo, ma da allora di strada ne è stata fatta parecchia. Si prenda ad esempio il caso della Ford EcoSport, il SUV compatto della casa dell’ovale blu lanciato nel 2012, i cui tappetini sono realizzati interamente con plastica ricavata da bottiglie riciclate.

“I consumatori, oggi, hanno maggiore consapevolezza rispetto al danno che si produce semplicemente scartando un involucro in plastica – ha dichiarato Tony Weatherhead, Materials Engineer, Ford Motor Company. Siamo da tempo impegnati per aumentare, nella produzione di ogni nostra nuova auto, la percentuale di utilizzo di materiali riciclati e di fonti rinnovabili”.

Ogni tappetino, specifica Ford, è realizzato con 470 bottiglie di plastica da mezzo litro. Per coprire il fabbisogno globale generato dalle vendite della EcoSport (circa 1,5 milioni di auto vendute), il produttore statunitense ha riciclato centinaia di milioni di bottigline di plastica. A voler essere precisi, dal 2012 a oggi sono stati riciclati ben 650 milioni di bottiglie, per un peso totale di 8.262 tonnellate e che, se sistemate una sopra l’altra, avrebbero potuto coprire una distanza pari a due volte la circonferenza della terra.

Ovviamente, la EcoSport non è l’unico veicolo con tappetini o altre componenti realizzate con plastica riciclata. Sono molti i modelli del produttore statunitense accomunati da questa “pratica”, tanto che Ford ricicla ogni anno oltre 1,2 miliardi di bottiglie che, altrimenti, avrebbero “terminato” la loro vita all’interno di una discarica o, peggio, a ingrossare la già enorme isola di plastica nel mezzo dell’Oceano Pacifico.

Ma come è possibile realizzare i tappetini di un’automobile partendo da bottiglie di plastica? Il processo, almeno in teoria, è piuttosto semplice. Come spiega Ford, sia la bottiglia sia i tappi vengono frantumati in fiocchi sottilissimi e leggerissimi. Questi coriandoli di plastica vengono poi messi in un calderone e scaldati fino a 260° centigradi, così da raggiungere il punto di fusione. Questo permette di lavorare la plastica e trasformarla in lunghi filamenti dallo spessore di un capello umano. La fibra così ottenuta viene intessuta da telai speciali, che si occupano di trasformarla nel materiale necessario alla “tessitura” dei tappetini.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ford, miliardi di bottigliette riciclate per fare i tappetini