Fiat 500 elettrica, si farà a Torino nel 2020

John Elkann parla di futuro e dell’imminente arrivo della nuova e tanto attesa Fiat 500 elettrica

Ai Cent’Anni dell’Assemblea degli Industriali Metalmeccanici Torinesi si è parlato anche della nuova Fiat 500 elettrica.

La vettura che il popolo italiano, e non solo, attende ormai da mesi con grande fermento. Se ne è parlato in quest’occasione perché Torino sarà il grande polo dell’auto a zero emissioni, e ha tutte le carte in regola per esserlo. Gli impianti di Mirafiori stanno già subendo la riqualificazione ufficiale, perché sono proprio quelli che a partire dai primi mesi del 2020 realizzeranno la nuova Fiat 500 elettrica. Un inedito modello per la storica Casa automobilistica italiana, che prevede un aggiornamento tecnologico del brand e anche grandi passi avanti nella partnership con Bmw. Come ha ricordato Elkann infatti: “Stiamo lavorando a una piattaforma centrata su sistemi di guida assistita in autostrada, la cui prima applicazione sarà sulle vetture del brand Maserati. Nei prossimi 20 anni dovremo ridisegnare il settore, una grande opportunità per FCA e le aziende della filiera.”

Giorgio Marsiaj, presidente dell’Amma, crede nelle potenzialità della città di Torino e ha dichiarato: “C’è bisogno del Governo. Non regali ma un piano serio per l’auto, poiché non bastano gli investimenti privati delle aziende. Il territorio dev’essere maggiormente attrattivo.” Questo grande cambiamento è appena iniziato e quindi c’è molto da fare e parecchio da lavorare. La concorrenza poi ha un ruolo importante ed è molto avanti su diversi fronti, quindi è il caso di accelerare.

Secondo quanto abbiamo captato da alcune delle ultime indiscrezioni emerse su Internet e dai rumors, la nuova compatta elettrica di Fiat verrà presentata con un look completamente rinnovato e fresco, rivisto rispetto alla 500e venduta che oggi è venduta in America, negli Stati Uniti, dal 2010 ormai. La nuova Fiat 500 elettrica si baserà su un pianale specifico in grado di ospitare le batterie senza alcun problema apparente, lasciando spazio anche nel bagagliaio.

Ovviamente la versione tradizionale della Fiat 500 continuerà ad essere proposta e ad essere realizzata all’interno dello stabilimento di Tychy, che si trova in Polonia. Affiancherà la nuova proposta elettrica, e, secondo quanto sostengono gli addetti ai lavori, verrà lanciata sul mercato anche una versione ibrida, con sistema mild-hybrid, con la quale la Casa vuole perseguire gli obiettivi di abbattimento dei consumi e delle emissioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Fiat 500 elettrica, si farà a Torino nel 2020