FastCharge ha installato la prima stazione di ricarica ultraveloce con Porsche e Bmw

L’autonomia delle auto elettriche causa ansia, ma anche la velocità di ricarica è un elemento fondamentale

Si lavora sempre più alle tecnologie delle auto elettriche, per migliorarne l’efficienza e l’autonomia di viaggio con una ricarica.

Un altro elemento su cui molte Case automobilistiche si stanno impegnando in questo periodo è la velocità con cui si ricaricano le auto elettriche. Man mano che si diffondono queste particolari vetture infatti diventa sempre più importante la rapidità delle operazioni di ricarica. E quello che sta tanto a cuore agli automobilisti interessati a questa tipologia di motorizzazione alternativa è anche il prezzo di listino, che oggi è ancora troppo alto per la maggior parte dei consumatori.

FastCharge è il consorzio creato da Porsche e Bmw, due brand leader del mercato automobilistico a livello internazionale, insieme a differenti altre realtà che sono specializzate in vari ambiti utili alle nuove tecnologie per auto elettriche. Tra queste citiamo ad esempio Allego, Siemens e Phoenix-Contract. Insomma, queste aziende si sono messe insieme per installare la prima stazione di ricarica ultraveloce, che si trova a Jettingen-Scheppach, in Bavaria, e che arriva fino a 450 kW.

Grazie a questi dispositivi di ultima generazione, le operazioni di ricarica hanno tra le 3 e le 9 volte l’attuale capacità di ricarica che possiedono invece le postazioni presenti in tutta Europa. Si tratta di due stazioni che si interfacciano con la rete pubblica grazie ad un container di Siemens con due caricatori e un cavo che si collega al caricatore di bordo dell’auto, prodotto invece da Phoenix-Contract.

Ma andiamo nel dettaglio e analizziamo i veri tempi di ricarica superveloce del sistema creato da FastCharge. Diciamo che l’energia che serve per percorrere 100 km viene immessa nella macchina in soli 3 minuti e in 15 minuti invece l’auto passa da uno stato di carica della batteria del 10% fino all’80%, sembra quasi magia. FastCharge ha realizzato questa nuova infrastruttura che può lavorare sia a 400 che a 800 volt, testata su una Bmw i3 e su un prototipo di Porsche.

Per quanto riguarda la vera e propria realizzazione di queste nuove tecnologia di ricarica ultraveloce, i finanziamenti arrivano anche dal Ministero dei Trasporti e dell’Infrastruttura digitale in Germania. È stata stanziata infatti una somma di 7.8 milioni di euro, oltre a impegnarsi della ricerca dei requisiti tecnici che possano soddisfare sia sul lato delle infrastrutture che su quello dei veicoli che vorranno ricaricare con questa nuova tipologia di stazione. Se tutto andrà a buon fine, i pacchi batteria che verranno realizzati in futuro per le auto elettriche dovranno supportare molti cicli anche a 450 kW senza rischiare che le caratteristiche delle celle vengano danneggiate.

MOTORI FastCharge ha installato la prima stazione di ricarica ultraveloce con...