Diesel Euro 3 non entrano più a Roma: stop alla circolazione nell’Anello Ferroviario

La misura fa parte di un pacchetto più ampio, che porterà al divieto di ingresso di tutti i diesel entro il 2024

Cambio epocale per gli automobilisti romani. In ottemperanza alle direttive anti-smog, dalla mattinata di oggi è vietato l’ingresso nell’Anello ferroviario a tutti i veicoli Diesel Euro 3.

Il divieto riguarda anche le auto a benzina Euro 2 e si applica a tutte le tipologie di veicoli, sia commerciali sia privati, dal lunedì al venerdì (a eccezione dei giorni festivi infrasettimanali). Per i veicoli addetti al trasporto merci di categoria N1, N2 ed N3 è però previsto un periodo transitorio che durerà fino al 31 marzo 2020, che consentirà l’accesso all’interno dell’Anello ferroviario di Roma nei momenti di traffico meno intenso. Nello specifico, il divieto resterà tale dal lunedì al venerdì dalle ore 7:30 alle ore 10:30 e dalle 16:30 alle 20:30; nei fine settimana e negli altri orari, invece, i veicoli addetti al trasporto merci potranno comunque entrare nel centro di Roma

Per chi non fosse di Roma e non conoscesse l’estensione dell’Anello ferroviario, può controllare la mappa sul portale Roma Mobilità. A grandi linee, comunque, la Zona traffico limitato “Anello ferroviario” include tutto il centro storico della Capitale e altre aree centrali e semicentrali, che dalla giornata di oggi saranno quindi definitivamente inaccessibili a tutti i veicoli con motorizzazione Diesel omologati alla direttiva Euro 3.

Lo stop ai veicoli diesel Euro 3, che secondo alcune stime dovrebbe riguardare circa 230 mila automobilisti (di cui oltre 40 mila veicoli commerciali), fa parte di un piano più ampio che dovrebbe portare al divieto di ingresso nell’Anello ferroviario per tutti i veicoli diesel entro il 2024. Non solo: secondo quanto dichiarato dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi, nei prossimi anni il divieto di circolazione per i veicoli diesel verrà esteso anche ad altre zone della città, con l’obiettivo di migliorare sempre più la qualità dell’aria che respirano i cittadini della Capitale.

“Il bando dei diesel Euro 3 dall’Anello ferroviario di Roma è certamente un passo nella giusta direzione per permettere ai cittadini di respirare aria pulita e contribuire a una città più vivibile, più salutare e con meno emissioni – afferma Federico Spadini, della campa gna Trasporti di Greenpeace Italia -. Ma questo provvedimento avrà un effetto quasi nullo se non inquadrato in un percorso concreto per arrivare al  bando totale dei diesel dal centro storico della Capitale entro il 2024. Al momento non si sa come l’amministrazione comunale intenda davvero arrivare al bando dei diesel nel 2024, e ciò mette a rischio la possibilità di raggiungere l’obiettivo”.

Per verificare se il proprio veicolo sia omologato secondo la direttiva Euro 3 o altra direttiva è necessario controllare sul libretto di circolazione. Lì troverà tutte le informazioni di cui ha bisogno e scoprirà fino a quando potrà entrare a Roma con il proprio mezzo o se è arrivato il momento di cambiare auto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Diesel Euro 3 non entrano più a Roma: stop alla circolazione nell&#82...