Dalla Gogoro lo Smartscooter elettrico: si ‘ricarica’ in sei secondi

Presentato lo scooter che si ricarica con un cambio di batteria

Si annuncia come una rivoluzione per la mobilità urbana il possibile arrivo sul mercato in futuro più o meno prossimo di uno scooter elettrico in grado di ricaricarsi in appena sei secondi: il due ruote si chiama Smartscooter, è stato ideato dalla Gogoro Energy Network ed è stato presentato al Consumer Electronics Show di Las Vegas.

Il segreto di questo innovativo mezzo risiede prevalentemente nella sua batteria e nel sistema integrato di distribuzione dell’energia. La ricarica dello Gogoro avverrà infatti attraverso la sostituzione della batteria, che il ‘centauro’ potrà trovare pronta in un apposito dispenser, un’operazione che richiederà appena sei secondi.

Proprio il discorso infrastrutturale è fondamentale nel progetto Gogoro Energy Network ideato da Horace Luke e Matt Taylor, un progetto che ha ricevuto 150 milioni di dollari di investimento proprio per sviluppare non tanto e solo il mezzo in sé, quanto la rete di distribuzione delle batterie di ricambio.

Dal canto suo, lo Smartscooter ha prestazioni assolutamente compatibili con la mobilità urbana: ha dimensioni compatte e una potenza di 8.6 cv e 25 Nm di coppia massima per una velocità massima di 100 km/h. Il tutto con un’autonomia di 100 chilometri ad una media di 40 km/h.

Attenzione anche alla struttura aerodinamica e alle sospensioni. Il bilanciamento è un perfetto 50/50, tale da garantire una grande stabilità e un angolo di inclinazione di 48.5°. Le sospensioni sono invece frontalmente ispirate a quelli usate nei jet nella fase di atterraggio e posteriormente create con sistema multi-link.

“Con le megalopoli sempre più densamente abitate, inquinate e in fase di espansione, è essenziale re-immaginare un’infrastruttura energetica e creare un rinnovato approccio mentale per il bene della generazione futura – ha dichiarato Luke, co-fondatore e amministratore delegato della Gogoro – Smartscooter e Gogoro Energy Network conquistaranno il cuore di questa generazione e diventerano catalizzatori di scelte più efficienti, pulite e energeticamente intelligenti nelle nostre città”.

“Gogoro è più di una start-up: è l’inizio di un’industria. I nostri prodotti e il nostro sistema di business avranno un grande impatto su diverse aree di consumo per creare un sistema metropolitano con una migliore connettività, un più facile accesso all’energia e una più godibile esperienza di vita urbana”, ha aggiunto Luke.

Ancora impossibile stabilire i tempi di una eventuale commercializzazione del modello, che potrà essere economicamente competitivo ai massimi livelli solo in presenza dei ‘distributori di batterie’. In casa Gogoro, la speranza è quella di lanciare lo Smartscooter e riuscire a creare le prime infrastrutture entro la fine del 2015.