Dacia si prepara a offrire auto elettriche low-cost

Nell’era dell’elettrificazione anche il brand Dacia presenta la propria idea green per il futuro

Siamo nell’epoca in cui tutte le Case automobilistiche stanno approcciando al mondo dell’elettrico, la situazione dell’inquinamento atmosferico e dei cambiamenti climatici infatti sta prendendo il sopravvento aggravandosi sempre più e si cercano continue soluzioni green.

Il settore auto dà il suo grande contributo dando alla luce sempre più modelli con motorizzazioni puramente elettriche oppure anche ibride, in cui i classici propulsori a combustione (diesel o benzina) sono abbinati a unità a zero emissioni. Uno tra i brand che ha appena annunciato il suo futuro nel mondo dell’elettrificazione è Dacia, che noi tutti conosciamo soprattutto per Duster, la sua auto di maggiore successo. Un suv low-cost che ha fatto, e continua a fare, grandi numeri di vendita anche in Italia.

La notizia di questi ultimi giorni è che Dacia ha intenzione di elettrificare la gamma e intraprendere la sua strada verso le motorizzazioni green, il cambiamento avverrà tra il 2022 e il 2023. È stato proprio Philippe Buros, che per Renault Group si occupa della gestione del mercato europeo, a dichiararlo in un’intervista qualche giorno fa.

All’interno dell’Alleanza Renault-Nissan le forze hanno dato la possibilità ai modelli Dacia di essere offerti sul mercato a prezzi molto competitivi, in questo modo il marchio rumeno ha così potuto fare ottimi numeri e raggiungere livelli di vendita moto alti per il settore, il concetto di auto low cost grazie a Dacia è praticamente rinato.

La gamma del brand sarà elettrificata mantenendo la stessa filosofia di vetture a prezzi contenuti e soprattutto verrà proposta per rispettare i nuovi limiti di emissioni. La tecnologia che verrà inserita sui nuovi modelli Dacia sarà quella elettrica e ibrida di Renault, sarà disponibile però appunto solo tra il 2022 e il 2023, secondo le previsioni, non prima che il prezzo di listino sia allineato con la strategia del marchio. Dacia vorrebbe arrivare a proporre le sue auto ad un prezzo inferiore di circa il 20% rispetto alla concorrenza, per questo serve più tempo, per aspettare che i costi di produzione siano ammortizzati dalla vendita dei veicoli Renault.

Philippe Buros ha dichiarato: “Quando Dacia ha iniziato a crescere, la maggior parte dei nostri clienti in Francia viveva in zone rurali, ma oggi abbiamo molti acquirenti in città come Parigi. Vorranno una Dacia elettrica. Ma ne vorranno una meno costosa di una Renault elettrica”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Dacia si prepara a offrire auto elettriche low-cost