Consumi più ridotti per la nuova Opel Astra

La nuova generazione dell’auto vanta un’ottima posizione sul mercato per efficienza e basse emissioni

Opel Astra debutta sul mercato nella sua nuova versione, con aerodinamica ottima, nuovi motori e nuove trasmissioni.

È inoltre un grande punto di riferimento sia per quanto riguarda le basse emissioni che l’efficienza. Infatti rispetto alla generazione precedente le emissioni di CO2 sono diminuite del 19%, un dato significativo per cui Opel Astra si pone al vertice del segmento delle compatte. Grazie alla sua leggerezza e alle tecnologie riprese da segmenti superiori, Astra è diventata un punto di riferimento per la categoria. Opel continua a perseguire questa strategia con i nuovi e motori benzina e diesel super moderni, leggeri e efficienti. Le unità tre cilindri da 1.2 e 1.5 litri generano dai 105 CV ai 145 cavalli di potenza e rendono quindi Opel Astra 5 porte e Sports Tourer delle specialiste per quanto riguarda il risparmio di carburante e il basso livello di emissioni di CO2.

L’auto è stata sviluppata meticolosamente anche nella galleria del vento e in questo modo la Casa è riuscita a ridurre ulteriormente emissioni e consumi di carburante. La nuova Opel Astra è una delle compatte più aerodinamiche sul mercato. Con un Cx pari a 0,25, la Sports Tourer è una delle station wagon con il coefficiente di resistenza aerodinamica più basso nel mondo, mentre la versione 5 porte è al vertice della categoria delle vetture due volumi con un Cx di 0,26.

È stata necessaria una lunga serie di interventi per raggiungere questo risultato, come per esempio i bracci dell’asse posteriore a forma di deflettore, lo shutter completo e la scelta del rivestimento del vano motore. La parte superiore e inferiore della griglia del radiatore si aprono e chiudono in modo indipendente e automatico, favorendo il flusso d’aria. Il telaio dinamico della nuova Opel Astra è stato ulteriormente sviluppato e i nuovi ammortizzatori aumentano il comfort.

Christian Müller, Managing Director Engineering, ha dichiarato: “Durante lo sviluppo della nuova Astra ci siamo concentrati sulla riduzione dei consumi di carburante e delle emissioni. Grazie all’eccellente aerodinamica della vettura e alla nuova generazione di motori e trasmissioni siamo riusciti a ridurre le emissioni di CO2 fino al 19 per cento. Si tratta di un enorme passo in avanti a vantaggio dei nostri clienti, che avranno costi di esercizio inferiori. Grazie a questi dati Astra si posiziona al vertice del segmento”.

Tutti i nuovi motori di Astra permettono di rispettare le norma Euro 6d sulle emissioni, grazie a tecnologie di ultima generazione come il filtro antiparticolato per i propulsori a benzina e il sistema di Riduzione Selettiva Catalitica. Inoltre tutti i motori diesel e benzina sono in alluminio e montano di serie la tecnologia stop/start che consente di ridurre i consumi di carburante. Da settembre apriranno le ordinazioni della nuova Opel Astra, non solo aerodinamica e nuovi motori, ma anche numerose altre tecnologie all’avanguardia.

MOTORI Consumi più ridotti per la nuova Opel Astra