Carburanti sintetici, la vera soluzione per la mobilità sostenibile

Il tema della riduzione dell’inquinamento è sempre più sentito, si pensa ad una nuova soluzione

Le emissioni inquinanti di CO2 delle auto sono sempre più nel mirino, si mira a ridurle nella maniera più drastica possibile.

Si cercano continue nuove strategie per tutelare l’ambiente, oggi vediamo ad esempio una miriade di auto elettriche e ibride, proposte e prodotte praticamente da tutte le Case automobilistiche. Bosch è in prima linea in questa battaglia, gli ingegneri hanno così spiegato: “L’elettromobilità sta prendendo piede da poco tempo e le auto elettriche possono essere a emissioni zero solo se lo è anche la produzione dell’elettricità che serve per alimentarle. La metà dei veicoli che saranno su strada nel 2030 saranno dotati ancora di motori diesel o a benzina. Ne consegue che anche i veicoli esistenti dovranno fare la loro parte per ridurre le emissioni di CO. Una delle possibili soluzioni è l’utilizzo di carburanti sintetici”.

Proprio da Bosch quindi arriva la proposta di utilizzare carburanti sintetici, sembra l’unica vera soluzione della mobilità del futuro, per ridurre in maniera forte le emissioni inquinanti dei veicoli su strada. Tra le varie ragioni per cui i carburanti sintetici fanno parte di una strategia vincente ci sono ad esempio il fatto che sono rinnovabili e che tecnicamente è già possibile produrli, anche se la loro capacità dovrebbe aumentare, per riuscire a soddisfare la clientela.

I carburanti sintetici possono inoltre essere distribuiti senza dover prima modificare né auto e altri veicoli, né l’infrastruttura. Un altro punto di forza è che possono anche essere aggiunti ai normali carburanti per ridurre le emissioni. I carburanti sintetici sono rinnovabili perché realizzati sono con l’energia ottenuta da fonti rinnovabili, come il vento o il sole. Grazie al processo di lavorazione messo in atto per ottenerli quindi i veicoli su strada alimentati dal carburante sintetico non saranno dannosi per il clima e l’ambiente.

Molto probabilmente in futuro tutti i veicoli saranno alimentati elettricamente, navi e aerei, insieme ad alcuni altri mezzi del settore dei trasporti pesanti, continueranno invece a utilizzare il carburante tradizionale. Ed è qui che potranno entrare in gioco i carburanti sintetici, un’importante via non inquinante. Un altro punto di forza di questa tipologia di carburanti è il costo di produzione, oggi è ancora molto elevato infatti, ma man mano diventerà sempre più conveniente, bisogna solo aspettare che diminuisca il costo dell’elettricità da fonti rinnovabili e che aumenti la capacità produttiva.

I carburanti sintetici sono prodotti grazie ad energia rinnovabile con un processo che genera un gas o un liquido, permettono quindi di immagazzinare energia rinnovabile e di trasportarla a costi convenienti. Possono essere così utilizzati come riserva quando scarseggia la produzione di energia solare o eolica, ma anche per rispettare le limitazioni regionali sulla produzione di energia rinnovabile. L’utilizzo di energia rinnovabile permette di produrre carburanti sintetici in quantità illimitate.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Carburanti sintetici, la vera soluzione per la mobilità sostenib...