Autostrada elettrica in Italia: trasporti a impatto zero

Sviluppo tecnologico nel nostro Paese: tratto autostradale interamente elettrico. Un sistema innovativo per i trasporti

L’Italia guarda al futuro con un’autostrada elettrificata tra Brescia e Milano. Si prospettano trasporti a impatto zero nel giro di pochi anni.

L’Italia potrebbe avere la sua prima autostrada elettrificata, che avrebbe come scopo quello di dare il via a un trasporto merci totalmente a impatto zero. In Europa il sistema è già stato sperimentato sia in Svezia che in Germania. Negli Stati Uniti invece è la sola California a vantare l’innovativo sistema.

Il tratto che potrebbe essere prescelto è quello dell’A35 Brebemi, atto a collegare Brescia con Milano. L’ambizioso progetto prevede l’intervento di Cal, ovvero Concessioni autostradali lombarde, Scania, noto gruppo svedese che produce veicoli industriali, Siemens, colosso tedesco dell’elettrificazione, e ovviamente i ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti.

La prima fase del progetto prevede uno studio pilota, nel corso del quale l’estensione massima sarà di sei chilometri. Si passerà dunque alla verifica dell’effettiva efficacia e soprattutto della sostenibilità dell’intera operazione. Soltanto allora si potrà procedere ai lavori per l’elettrificazione dell’intero tratto autostradale, sfruttando dei pannelli fotovoltaici.

L’Italia potrebbe dunque fare un passo verso il futuro, guardando al giorno in cui sarà necessario rinunciare alle attuali risorse esauribili, quali il petrolio. Il progetto è stato presentato a Brescia, nel corso del convegno ‘Il trasporto elettrico delle merci su strada’, organizzato durante l’European Truck Festival.

In merito si è espresso il presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni: “Si tratta di una vera e propria rivoluzione copernicana per quanto riguarda il trasporto merci su gomma. La nostra autostrada potrebbe inserirsi in un tipo di economia circolare, nella quale l’energia elettrica verrà prodotta accanto alla A35. Un contesto che ci vede sempre più proiettati verso il futuro, sicuri e sostenibili”.

Le caratteristiche di tale autostrada ne fanno una delle più moderne in Europa. Il progetto consentirebbe la realizzazione di una rete elettrica sospesa, per l’alimentazione degli autocarri Scania, con catena cinematica ibrida e motore elettrico, che consentirà la circolazione al di fuori del percorso a pedaggio.

Un esempio importante d’innovazione, con l’Italia che segue una linea precisa indicata dall’Europa. Guardare al futuro sul fronte trasporti potrebbe inoltre aprire ulteriormente al mondo dei veicoli elettrici nel nostro Paese, ancora molto legato alle vecchie tipologie di motorizzazioni.

MOTORI Autostrada elettrica in Italia: trasporti a impatto zero