Analisi del carburante well-to-wheel: significato, misurazione, utilizzo

Il ciclo well-to-wheel (dal pozzo alla ruota) per studiare il carburante

L’indice welltowhell, WTW, letteralmente “dal pozzo alla ruota”, permette di confrontare i carburanti per analisi di tipo energetico e può essere utilizzato per analisi di carattere ambientale. L’obiettivo primario di questo indice è quello di paragonare tra di loro differenti tecnologie propulsive e i carburanti. Il confronto avviene relazionando l’efficacia del mezzo di trasporto, la performanza della tecnologia che consente di ottenere il carburante e il vettore energetico utilizzato sia per trasportarlo che per stoccarlo.

L’indice well-to-whell, espresso in Mega Joule al km, MJ/km, è suddiviso in due sotto-indici: il welltotank (WTT, dal pozzo al serbatoio) e il tanktowheel (TTW, dal serbatoio alla ruota). Il primo sotto-indice si riferisce ai costi energetici connessi con l’elaborazione della fonte primaria cioè estrazione, lavorazione e trasporto. Il secondo sotto-indice si riferisce a quelli legati alla tecnologia di propulsione (motori a benzina senza piombo e gasolio, a GPL, a gas naturale, a biodiesel, a gasolio bianco, a biometano, a energia elettrica). Il WTT studia il totale di energia impiegato per permettere al carburante di compiere il percorso dalla fonte energetica primaria fino al rifornimento del serbatoio del veicolo. Viene espresso in MJt/MJf, dove MJf è l’energia contenuta nel carburante presente nel serbatoio del veicolo e MJt è l’energia impiegata per rendere disponibile un MJ di carburante. Il TTW rileva il totale di energia utilizzato per muovere un veicolo per una certa distanza e dipende dall’unione tra carburante e tecnologia propulsiva in uso. É espresso in MJf/km o in MJf/100 km e indica, di conseguenza, la quantità di energia usata per muovere un veicolo per 1 o 100 chilometri.
Più semplicemente, rappresenta il consumo specifico di un determinato carburante.

Per abbassare le emissioni di anidride carbonica, e di conseguenza limitare l’effetto serra, negli anni recenti si sta prestando grande attenzione al concetto di “decarbonizzazione” delle fonti energetiche primarie e alle catene energetiche di produzione dei combustibili. In questo senso, come si è già anticipato, la metodologia well-to-wheel offre un valido strumento di valutazione dell’impatto energetico globale delle tecnologie propulsive. Analisi che tengono in considerazione questo indice mostrano come i veicoli elettrici hanno un’efficienza che supera di due volte quella di un veicolo tradizionale. Inoltre la mobilità elettrica consente una netta riduzione delle emissioni di CO2.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Analisi del carburante well-to-wheel: significato, misurazione, u...