Addio al servizio delle bici condivise di Gobee Bike in Italia: ‘Troppi atti di vandalismo’

Il servizio era attivo da alcuni mesi a Firenze, Roma e Torino. Ecco che cosa è successo e perché si è deciso di chiuderlo.

La maleducazione e gli atti vandalici di alcuni cittadini, penalizzeranno quelli più virtuosi.

Nelle città di Firenze, Roma e Torino il servizio  Gobee Bike ha deciso di interrompere il servizio che aveva raggiunto complessivamente 45mila utenti utilizzando il concetto di free floating (flusso libero) delle biciclette.

Era arrivato come altri servizi analoghi, qualche mese fa accolto con grande entusiasmo dagli amanti delle due ruote, ma la maleducazione ha costretto, la start-up con sede ad Hong Kong, ad interrompere il servizio.

Con una mail ai suoi utenti l’azienda ha deciso di abbandonare il nostro paese: “Italia, con tristezza dobbiamo dirti arrivederci. Dopo un caloroso benvenuto, abbiamo da subito compreso che la nostra passione era condivisa dalla maggior parte di voi. Nelle ultime settimane i danni alla nostra flotta hanno raggiunto limiti che non possiamo più contenere con le nostre forze e con le nostre risorse. Durante i mesi di dicembre e gennaio, le nostre biciclette sono diventate il bersaglio di sistematici atti di vandalismo, trasformandosi così in oggetti da distruggere per puro divertimento. Mediamente, il 60% della nostra flotta europea ha subito danneggiamenti, vandalismi o è stato oggetto di fenomeni di privatizzazione”, specificano. Per questi motivi non c’è stata nessun’altra opzione se non procedere al termine del servizio a livello nazionale e continentale

E non solo in quelle italiane, anche altre in altre cittè europee (Lille, Reims, Bruxelles) il servizio è stato interrotto.

MOTORI Addio al servizio delle bici condivise di Gobee Bike in Italia: ‘...