In arrivo 80mila Fiat 500 elettriche: accordo Terna-Fca

Dal secondo trimestre del 2020 inizierà senza sosta la produzione massiccia di Fiat 500 elettrica

Fca ha già presentato la nuova Fiat 500 elettrica, che inizierà ad essere prodotta il prossimo anno.

Pietro Gorlier, responsabile Fca per l’area Emea, ha così dichiarato, durante la presentazione di un nuovo accordo che il Gruppo ha stretto con Terna per la mobilità elettrica, confermando il piano già presentato per lo stabilimento di Mirafiori: “Abbiamo avviato i lavori per la costruzione della Fiat 500 elettrica che inizieremo a produrre a partire dal secondo trimestre del 2020 con volumi che arriveranno a 80mila veicoli all’anno, è un momento importante per Fca, per il settore che sta cambiando. Sappiamo che per uno sviluppo efficace ed efficiente delle vetture elettriche dobbiamo fare un salto di qualità. Solo la vettura non risolve la questione della mobilità, quindi la nostra strategia non si ferma alla costruzione di questa nuova auto, ma puntiamo alla creazione di un ecosistema intorno ad essa e l’accordo con Terna ne è la prova”.

Secondo quanto è stato poi aggiunto sempre da Gorlier infatti Fca realizzerà anche un laboratorio avanzato per provare la capacità che avranno le nuove auto di interagire con la rete elettrica. Questa infatti è fondamentale non solo per la ricarica, ma anche per la restituzione dell’energia per il bilanciamento della rete. La nuova Fiat 500 elettrica, che arriverà in ben 80.000 unità, fa parte del piano di investimenti di 5 miliardi di euro complessivi che il Gruppo sta sviluppando per l’Italia, per rinnovare e elettrificare l’offerta di prodotti della Casa.

Gorlier ha aggiunto: “Al Salone di Ginevra a marzo abbiamo presentato i nuovi modelli ibridi plug-in delle Jeep Renegade e Compass che verranno prodotti a Melfi, mentre prima dell’estate abbiamo presentato il Ducato elettrico, che verrà invece prodotto nello stabilimento di Atessa. All’inizio del prossimo anno avvieremo la produzione a Pomigliano della Fiat Panda Mild-Hybrid e di un nuovo veicolo Premium dell’Alfa Romeo, la Tonale, anch’esso con versione plug-in ibrida”.

Le auto elettriche, come ha spiegato il manager, comunque da sole non bastano per compiere il salto di qualità, devono essere inserite in un contesto più ampio, come quello dei servizi alla clientela, per questo è nata la collaborazione con Terna. Fca sta cercando in questo modo di rispondere alle sfide che le riserva il futuro. Le ultime parole di Gorlier: “Il cambiamento non ci ha mai spaventato, basta ricordare che siamo l’azienda che più di un secolo fa ha dato inizio alla rivoluzione della mobilità individuale italiana e oggi siamo ancora in prima linea sul fronte del progresso tecnologico automobilistico, grazie alla nostra esperienza e a quello che siamo”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI In arrivo 80mila Fiat 500 elettriche: accordo Terna-Fca