VW, ecco cosa succede quando si gioca a fare Dio

Volkswagen ha avuto dei problemi con il contadini messicani a causa di certi cannoni molto particolari...

I cannoni: pare che ai tedeschi di Volkswagen piacciano tantissimo, mentre ai Messicani non scendano giù. La cosa vi sorprende? Ma non fraintendete, non stiamo parlando di quelli da guerra e neanche di quelle sigarette che portano fame e buonumore, ma dei più tecnologici cannoni per la grandine. Nel senso che evitano che cada e provochi danni.

La storia sembra un romanzo fantascientifico di quart’ordine intrecciato a una piccole storia zapatista.

Al fine di evitare che i modelli parcheggiati all’aperto – e appena prodotti – dalla fabbrica Volkswagen di Puebla in Messico non vengano danneggiate dalla grandine, l’azienda ha installato dei cannoni da grandine, dispositivi a forma di cono che utilizzano una carica di gas acetilene e aria per creare una potente onda d’urto che viaggia fra le nuvole mentre si formano i chicchi ghiacciati. L’onda d’urto ne blocca la creazione e la conseguente dannosa precipitazione.

I produttori di cannoni sembrano concordare sul fatto che l’area effettiva del dispositivo è solo un’area quadrata da 300 a 600 piedi direttamente sopra il cannone. I cannoni sono progettati per sparare automaticamente quando i sensori indicano che sono soddisfatte determinate condizioni meteorologiche. Ma il pueblo, in questo caso un gruppo di agricoltori locali vicini alla fabbrica di Puebla, afferma che i cannoni stanno causando condizioni di siccità che hanno colpito ben 5.000 ettari di terreni coltivati. E invece di dar vita a una nuova revolucion zapatista, hanno più democraticamente citato in giudizio la Volkswagen per $ 3,71 milioni di dollari.

Gerardo Perez, il leader del gruppo di agricoltori della zona, ha dichiarato all’agenzia di stampa AFP che: “Il cielo si schiarisce letteralmente e semplicemente non piove“.

È interessante notare che alcuni agricoltori messicani in altre aree hanno utilizzato cannoni simili per prevenire danni alle colture.

La direzione della fabbrica e gli agricoltori hanno incontrato il governo di Puebla per cercare di risolvere la situazione, con la VW che accetta di togliere i cannoni dalla modalità automatica e di montare delle maglie sulle auto come un modo meno tecnologico ma efficace per evitare la grandine. Sebbene VW non abbia escluso compensazioni, nessun accordo è stato ancora definito.

Contattata sull’argomento dal magazine online Jalopnik, Volkswagen ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Volkswagen de México è impegnata in relazioni durature con i propri stakeholder. I dispositivi anti-grandine non vengono più utilizzati in modalità automatica. La società investirà nella posa di una rete anti-grandine. Il dialogo con le comunità vicine continuerà.

Insomma la storia pare stia per raggiungere un lieto fine con la conferma che come dice il suo nome, Volkswagen sia ancora una volta l’auto del popolo (nonostante tutto).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI VW, ecco cosa succede quando si gioca a fare Dio