Voglio una Ferrari come Steve McQueen

Bizzarra la storia che interessa la famiglia dell’attore americano, ormai scomparso da anni

Ha del surreale quello che stiamo per raccontarvi, eppure è ciòche è successo davvero alla famiglia del noto attore Steve McQueen.

L’uomo è morto ormai da 40 anni, ma nonostante questo i suoi parenti in vita hanno deciso di fare causa alla Ferrari per una ragione che tocca veramente l’incredibile. La vicenda è iniziata due anni fa. Nel 2016, infatti, la Casa del Cavallino Rampante ha commissionato al reparto dell’azienda che si occupa della realizzazione di vetture speciali, la Tailor Made, lo sviluppo di 70 nuove livree che prendessero spunto e ispirazione dai modelli che hanno fatto la storia del lussuoso brand italiano.

Questa particolare decisione era stata presa proprio in occasione della celebrazione del 70esimo compleanno della Casa di Maranello e al Salone di Parigi del 2016 sono stati presentati differenti modelli speciali da Ferrari, tra cui anche una California T Steve McQueen.

Ovviamente, il veicolo era stato pensato dall’azienda come un degno tributo all’attore americano che ne aveva posseduta una di colore marrone. La sua famiglia, però, non ha apprezzato per nulla l’iniziativa e anzi si è mostrata in completo disaccordo con la decisione della Casa automobilistica. Per questo motivo ha avviato una causa contro quel progetto di Ferrari presso il Tribunale Superiore della Contea di Los Angeles, partita lo scorso 30 luglio.

Il figlio dell’attore ha incontrato i responsabili della Casa del Cavallino per parlare della questione e discutere sul nome dato a quella Ferrari McQueen. Egli aveva dato il permesso di mantenere e mostrare il nome McQueen sull’auto, ma solo a patto che la famiglia fosse coinvolta nel progetto e ne mantenesse i diritti. A quanto pare, però, non è stato raggiunto un accordo sulla controversia nata e quindi la famiglia McQueen sostiene di aver avuto un grande shock nel 2017, allo scoprire che la Ferrari aveva iniziato a produrre e vendere, senza alcun preavviso e nessuna autorizzazione, l’edizione speciale dell’auto chiamata McQueen. Nonostante tutto, la Casa aveva ribattezzato il modello The Actor.

Ferrari ha precisato più volte che Steve McQueen era in possesso di una 250 GT Berlinetta, associandolo al modello messo quindi in vendita. A conti fatti, la famiglia dell’attore scomparso chiede un risarcimento di 2 milioni di dollari, che corrispondono a circa 1.7 milioni di euro, per danni punitivi e per violazione di un marchio registrato. Inutile dire che a molti la richiesta sembra assolutamente assurda.

MOTORI Voglio una Ferrari come Steve McQueen