Riapre il Museo Alfa Romeo per i 110 anni del Biscione

Il 24 giugno il museo riapre, giorno in cui il Marchio celebra il 110° anniversario dalla fondazione

Il Museo Alfa Romeo riapre al pubblico, e lo fa in una data speciale, il giorno in cui il Biscione celebra il 110° anniversario, il 24 giugno. La ricorrenza sarà celebrata ad Arese e durerà diversi giorni. Il Museo resterà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 fino a domenica 28 giugno.

La settimana dopo, il calendario di apertura verrà modificato temporaneamente e le visite saranno possibili il sabato e la domenica, con lo stesso orario. Club e appassionati potranno visitare l’esposizione permanente, ma non solo. A loro è dedicata anche l’opportunità unica di accedere per la prima volta ad aree che finora sono rimasta sempre chiuse al pubblico e fuori dal percorso museale. Si tratta dei due piani dell’ex Centro Direzionale di Arese dove è conservata la Collezione unica di 150 vetture, decine di motori stradali, aeronautici e marini, centinaia di modellini, trofei, oggetti d’arte, accessori ma anche un motoscafo da gara e molto altro.

Le visite alla Collezione saranno guidate e avverranno su prenotazione, per gruppi al massimo di 10 persone. Mercoledì 24 giugno e nel weekend gli alfisti potranno anche partecipare a parate sul tracciato interno. In occasione dell’anniversario ad Arese vedremo tante anteprime e anche l’ospite d’onore, che non poteva assolutamente mancare, la Nuova Giulia GTA, l’iconica serie limitata, per la quale sono state create delle livree uniche che abbiamo visto il mese scorso. Nel fine settimana sono in programma le conferenze Backstage, dedicate all’approfondimento di capitoli meno noti della storia Alfa Romeo.

Il Museo Alfa Romeo, durante i festeggiamenti per il 110° anniversario dalla fondazione (per l’occasione il Biscione ha creato un logo celebrativo) si presenterà in una veste parzialmente rinnovata, grazie a svariate novità, come ad esempio la rimodulazione della sezione dedicata alla produzione Avio con l’esposizione dell’“Angelo dei bimbi”, il velivolo Sai Ambrosini 1001 Grifo protagonista nel 1949 di un raid benefico sulla tratta Milano-Buenos Aires.

Per rispettare le norme anti-contagio da Covid-19, all’ingresso verrà rilevata la temperatura, sarà obbligatorio l’uso della mascherina e una segnaletica orizzontale creata appositamente per questo periodo aiuterà i visitatori a rispettare le regole di distanziamento sociale e a seguire un percorso che separa il flusso di entrata da quello di uscita. Il Museo Alfa Romeo si sviluppa su una superficie di più di 6mila metri quadri e dispone di ampie aree esterne, in questo modo si riusciranno a gestire al meglio i rischi di assembramento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Riapre il Museo Alfa Romeo per i 110 anni del Biscione