Leclerc diventa attore, sfreccia a Monaco con la Ferrari SF90

Claude Lelouch è il regista del cortometraggio che vede protagonisti Leclerc e la SF90 Stradale

Nella mattinata di ieri, domenica 24 maggio, è stato registrato il film di Lelouch “Le grand rendez-vous”, un cortometraggio girato nelle prime ore dell’alba nel Principato di Monaco, proprio nel giorno in cui doveva essere disputato il GP di Formula 1.

Il regista francese ha deciso di riprendere la formidabile e meravigliosa Ferrari SF90 Stradale, l’auto ibrida del Cavallino, molto da vicino, nella sua corsa avvincente. Alla guida c’era lui, Charles Leclerc, il giovane pilota della Scuderia Ferrari dallo scorso anno. È proprio lui ad essere diventato attore per un giorno, sfrecciando alla velocità di 240 km/h, per arrivare ad un appuntamento misterioso e grandioso, come suggerisce il titolo della pellicola.

Anche Alberto di Monaco ha partecipato al cortometraggio girato ieri mattina, in via del tutto eccezionale. E non è stato l’unico, visto che erano presenti anche i Principi Pierre e Andrea Casiraghi (Pierre con la moglie), il Presidente di Ferrari John Elkann, la Principessa Beatrice Borromeo e un pubblico affascinato, che non riusciva a staccare gli occhi dall’auto e da Leclerc. Grazie all’allentamento delle misure di lockdown a causa del Coronavirus, chi era interessato ha potuto seguire le riprese dalle strade e dai balconi, chiaramente con la supervisione e i controlli delle autorità locali.

Il traffico è stato sospeso per permettere alla Ferrari SF90 Stradale, auto dal prezzo non certo alla portata di tutti e che scatta da 0 a 100 km/h in soli 2.5 secondi, di sprigionare tutto il suo potenziale. Tifosi e appassionati del Cavallino Rampante hanno finalmente potuto ammirare lo spettacolo che attendevano da molto. Mozzafiato, non solo per la vista, ma anche per l’udito: il suono del V8 ibrido in grado di sprigionare ben 1000 cavalli di potenza, ha echeggiato per le strade del Principato, quasi come un messaggio di speranza, di ottimismo, quasi a comunicare la ripartenza dopo questo periodo di blocco totale, a causa delle misure obbligatorie per impedire la diffusione del contagio da Covid-19.

Il cortometraggio verrà presentato il prossimo 13 giugno, speriamo che in queste settimane si faccia sentire il buon senso della gente, che le persone rispettino le regole, per vedere finalmente ripartire i cinema, lo sport e la nostra vita sociale, con le giuste precauzioni, ma con tanta voglia di ricominciare.

Claude Lelouch si è ispirato al celebre “C’était un rendez-vous” che filmò nel 1976, il nuovo film ricorderà le atmosfere di una delle gare più care ai tifosi e il rombo della Ferrari 275 GTB, suono inconfondibile del corto girato a Parigi nel 1976.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Leclerc diventa attore, sfreccia a Monaco con la Ferrari SF90