Trucchi e consigli per difendersi dal caldo in auto

E’ arrivata in Italia un’ondata di caldo africano, come difendersi in auto?

Un primo suggerimento è coprire plancia, cruscotto e volante con gli appositi schermi argentati durante la sosta. Queste parti, in materiali plastici neri, assorbono i raggi solari e si riscaldano fino a livelli molto alti, restituendo il calore nell’auto.

Una soluzione anti-caldo molto efficace è quella delle pellicole oscuranti da applicare all’interno dei vetri posteriori e del lunotto. Dopo la loro installazione la riduzione del surriscaldamento dell’abitacolo è pari al 50%. Se si vuole risparmiare esistono in commercio delle tendine parasole da applicare sui vetri posteriori molto utili durante i lunghi viaggi

Il climatizzatore non andrebbe mai regolato su temperature inferiori a 6 gradi di differenza rispetto a quella esterna (l’ideale non scendere sotto ai 22 gradi). Per avere la massima efficienza dell’impianto, inoltre, ricordarsi di non porre mai il comando sulla posizione ‘ricircolo’. Prima della partenza per le vacanze è sempre necessario far controllare lo stato di salute dell’impianto di climatizzazione, provvedendo almeno ogni 2 anni alla ricarica del gas che lo fa funzionare.

Dal Giappone arriva un consiglio stravagante per accelerare il ricambio d’aria prima di entrare in auto. Aperta la macchina, abbassare il finestrino del lato destro senza aprire la porta e cominciare a ‘pompare’ fuori l’aria calda usando la porta del lato sinistro con finestrino alzato. I movimenti accelerano il ricambio, tanto che in pochi secondi è possibile far scendere la temperatura.

Infine un ultimo consiglio: durante i mesi estivi è indispensabile avere a bordo una abbondante scorta d’acqua perché la sudorazione (non sempre avvertibile se si viaggia con climatizzatore acceso o finestrini aperti) può portare alla disidratazione.

MOTORI Trucchi e consigli per difendersi dal caldo in auto