Come è fatto il Muv, il nuovo veicolo militare dell’Esercito Italiano

L'Esercito Italiano avrà a disposizione un nuovo mezzo che andrà a sostituire i vecchi VM-90 Torpedo.

Presso la Iveco Defence Vehicles di Bolzano (il settore di Iveco dedicato alla produzione dei veicoli speciali per la difesa) è nato il nuovo MUV (Military Utility Vehicle) 70.20.

Si tratta di un veicolo militare polivalente leggero con una configurazione 4×4 e rimpiazzerà i vecchi VM-90 Torpedo, ormai in servizio da 35 anni.

Per la sua evoluzione Iveco è partita dalla cabina commerciale dell’Iveco Daily, opportunamente irrobustita e personalizzata, coniugata con uno schema meccanico e di sospensioni tipici dei mezzi militari.

Configurato con una doppia cabina e un vano di carico sul retro, questo veicolo ha una capacità di carico utile di 3,65 t.

Può trasportare il conducente più fino a 9 passeggeri con la loro attrezzatura completa.

A seconda delle esigenze, l’ M70.20 può essere leggermente blindato.

Un mezzo fuoristrada con tutti gli elementi di sicurezza presenti sulle automobili moderne che sarà apprezzato tanto dalle forze di polizia italiane che dall’esercito.

MOTORI Come è fatto il Muv, il nuovo veicolo militare dell’Esercito It...