Michael Jordan, le incredibili auto del campione di ‘The Last Dance’

Nel garage del cestista più famoso del mondo ci sono delle auto davvero speciali

Michael Jordan è uno dei più grandi campioni di pallacanestro al mondo, eletto nel 1999 “il più grande atleta nord-americano del XX secolo”, ha fatto battere i cuori di milioni di ragazzi che ricorderanno per sempre le sue imprese senza eguali.

La sua carriera da cestista è stata formidabile, oggi gli è stata dedicata anche una docu-serie, in onda su Netflix da lunedì 20 maggio, dal titolo “The last Dance”. Dieci episodi di materiale inedito, che terranno tutti gli appassionati con gli occhi incollati alla televisione, e che raccontano l’ultima stagione dei Chicago Bulls, il sesto titolo NBA in otto anni e eccezionali prestazioni del campione.

Jordan ha indossato, dal 1984 al 1998, la maglia numero 23 di Chicago, vincendo sei campionati NBA, due ori olimpici e la Triple Crown, tre premi come Most Valuable Player ottenuti in tre competizioni differenti. Nel 2009 è entrato nella Hall of Fame del basket USA. MJ è stato molto più di un atleta, una vera star. Il suo patrimonio, stimato per 1,24 miliardi di dollari, gli ha permesso di acquistare delle auto uniche e affascinanti, raccolte nella sua collezione privata.

Tra le prime troviamo una lussuosa Cadillac XLR, roadster di lusso prodotta dal 2003 al 2009, e una Corvette ZR1, uno dei 220 esemplari che la Casa realizzò in occasione del 40esimo anniversario del modello. Il cestista, grazie alla collaborazione con Chevrolet, acquistò un ulteriore gioiello, una Corvette C4 con la targa personalizzata “Jump23”, il suo soprannome.

Nel 1987 Michael Jordan lanciò il marchio di scarpe Air Jordan con Nike, grazie al contratto col brand di fama mondiale, i suoi compensi crebbero vertiginosamente e nei primi anni Novanta Jordan comprò la sua prima Ferrari, una Testarossa da 212.000 dollari. In seguito la sua collezione si arricchisce, con una Aston Martin DB7, poi una DB9 di colore Rosso Rannoch e differenti Mercedes, tra cui una CL 65 nel 2005, una SL 55 AMG e una Mercedes McLaren 722 Edition. Infine Jordan ha posseduto in questi anni diverse Porsche, la coupé 911 è la sua preferita e lo ha ispirato anche nella creazione di uno dei suoi modelli di scarpe Air Jordan. L’ex cestista oggi è proprietario di una concessionaria Nissan in North Carolina, la passione per le auto continua.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI