Lamborghini vola nello spazio, test inediti sulla fibra di carbonio

È la prima Casa automobilistica al mondo a testare i materiali a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ISS

Lamborghini è un marchio tanto conosciuto e amato nel mondo dell’automotive per i suoi favolosi bolidi dall’estetica unica e dalle prestazioni eccezionali. Auto che non tutti si possono permettere ma che comunque continuano ad avere grande successo.

Lo dimostra anche la notizia di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, la Lamborghini Huracan, veicolo da urlo della Casa di Sant’Agata Bolognese, ha battuto i record di vendita solo dopo 5 anni dal suo lancio. Ha già venduto infatti ben 14.022 unità, livello da primato, considerando il fatto che la Gallardo, il modello precedente, aveva raggiunto lo stesso numero di esemplari venduti, in dieci anni, il doppio del tempo impiegato da Huracan.

Tra le grandi competenze e doti di Lamborghini c’è senza dubbio l’utilizzo della fibra di carbonio e quello che vuole fare ora il brand è estendere i suoi orizzonti di sviluppo di questo materiale. E così sarà la prima Casa automobilistica al mondo che lancerà i test sui materiali in carbonio nello spazio, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ISS.

Attendiamo il grande evento esattamente tra una settimana, avverrà infatti sabato 2 novembre con il vettore Northrop Grumman Antares dalla Wallops Flight Facility in Virginia. A Sant’Agata Bolognese sono stati preparati 5 campioni di fibra di carbonio per questo esperimento, di cui verrà testato il comportamento se sottoposti alle sollecitazioni estreme indotte dall’ambiente spaziale.

Il motivo? Lamborghini vuole poi iniziare a utilizzare questi materiali speciali sui suoi modelli e anche in ambito medico. I campioni di fibra di carbonio resteranno nella ISS per sei mesi, sottoposti a condizioni estreme come radiazioni ultraviolette, flussi di ossigeno atomico, escursioni termiche pesantissime, raggi gamma.

Il loro ciclo di vita sarà molto impegnativo, al termine del periodo di prove Lamborghini analizzerà i campioni che hanno fatto il giro dello spazio insieme al Houston Methodist Research Institute, per poterne quantificarne il degrado qualitativo sia in termini di proprietà chimiche e fisiche che di proprietà meccaniche.

Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi, Lamborghini è la prima Casa automobilistica al mondo a inviare a bordo della ISS componenti di sviluppo e produzione propri per fini scientifici. Oltre a rappresentare un grande esempio di responsabilità sociale d’impresa, questa missione è anche pienamente in linea con la nostra filosofia e i nostri valori. Lamborghini è un marchio da sempre votato al superamento dei limiti in ogni campo della propria attività e a fare da pioniere in ambito tecnologico”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Lamborghini vola nello spazio, test inediti sulla fibra di carbon...