Ecco come Hot Wheels ha superato l’industria dell’auto

Tutti conosciamo il più prestigioso brand di modellini di auto, ma c’è qualcosa che non tutti sanno.

La linea di modellini di automobili Hot Wheels fu lanciata nel mercato nel 1968 dalla Mattel, azienda di giocattoli americana.

Inizialmente produceva automobiline e camioncini in scala 1:64, per poi introdurre anche modellini più grandi, nonostante la prima linea rimane sempre la più famosa e apprezzata. Negli anni Hot Wheels ha conquistato dei numeri sbalorditivi, superando di gran lunga quelli delle industrie automobilistiche. Basti pensare che sono stati realizzati più di 4.000.000.000 di modellini in totale, dalla nascita della linea. Un numero veramente strabiliante, se consideriamo che supera quello di vetture prodotte da Ford, Chrysler e General Motors dal giorno in cui è nata e si è sviluppata l’industria automobilistica. Ma non è tutto.

Vi sono anche altri numeri Hot che contraddistinguono il brand. Uno di questi è 72.000, e sono i dollari pagati per acquistare una hw-pink 1969 Beach Bomb, il prezzo più alto della storia. Possiamo dire che Hot Wheels ha superato l’industria dell’auto per svariati altri motivi, uno dei quali è che nel 1968 realizzò il modellino della Corvette Stingray ancora prima che General Motors presentò la stessa auto, reale, sul mercato; un modellino che anticipava le linee della vettura non ancora commercializzata. Inoltre, negli anni, la linea di automobiline ha prodotto ben 800 differenti modelli, in ben 11.000 varianti. Numeri da capogiro.

Le prime 16 macchinine del primo catalogo del 1968 sono le più famose, quelle che i collezionisti e gli appassionati di tutto il mondo chiamano le Sweet Sixteen. Quello che le distingueva dalla concorrenza erano la brillantissima verniciatura Spectraflame in diverse tonalità e la velocità delle ruote. Le Hot Wheels erano infatti i modellini più veloci al mondo. I modelli più quotati dai collezionisti, tra cui il famoso Beach Bomb, sono quelli rosa, in quanto la speciale colorazione fu ritenuta dai vertici Mattel una scelta da donne, limitata quindi a pochi pezzi. Negli anni la crescita delle macchinine non si è mai fermata, includendo anche interessanti esemplari di fantasia, con decalcomanie e decorazioni coloratissime ed originali, soluzione che fece impennare le vendite negli anni ’70.

Hot Wheels oggi compie 50 anni, mezzo secolo di bambini che hanno lanciato le proprie macchinine sulle piste arancioni, in curve pericolose e giri della morte mozzafiato. Modellini per tutte le tasche, un altro dato che fa la differenza è che il prezzo non è mai cambiato, i pezzi base costano da sempre 99 centesimi l’uno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ecco come Hot Wheels ha superato l’industria dell’auto