Su Google Maps arrivano le segnalazioni degli autovelox

Una nuova funzionalità in grado di aumentare la sicurezza sulle strade e evitare spiacevoli multe

Sbarca su Google Maps una novità che sicuramente molti automobilisti apprezzeranno e che riuscirà a prevenire diverse multe.

Quello che il colosso sta realizzando è un nuovo segnalatore all’interno dell’app più utilizzata da automobilisti e utenti della strada. Si tratta di un sistema che permette di ricevere delle notifiche di avviso della presenza di autovelox nelle vicinanze, sul tracciato che si sta percorrendo. Non funzionerà soltanto allertando in maniera visiva, ma anche emettendo un segnale acustico. In questo modo, oltre a prevenire eventuali multe per eccesso di velocità, si predilige sempre la sicurezza, evitando distrazioni dei conducenti dei veicoli per guardare le informazioni che appaiono sul display.

Ci preme sottolineare comunque che per il momento si tratta di una novità non ancora approvata ufficialmente ma in fase di test, per questo motivo non è disponibile per tutti. Solo un gruppo ristretto di utilizzatori può provare in anteprima questo sistema e inizialmente gli stessi si trovano tutti negli Stati Uniti. Effettivamente questa funzionalità è già presente da tempo anche su Waze, che è l’altra applicazione di navigazione oggi in possesso di Google. La novità ci fa pensare che possano essere introdotti anche altri sistemi su Maps, come ad esempio la comodissima segnalazione di incidenti avvenuti lungo il percorso in tempo reale.

Chiaramente l’intento è quello di diminuire il rischio di multe per eccesso di velocità e aumentare la sicurezza stradale. La funzionalità si basa sulla condivisione dei dati, infatti saranno gli stessi utenti della strada a segnalare la posizione in cui vedono degli autovelox. Sarà molto semplice per tutti, basterà cliccare sull’icona + e quindi andare ad aggiungere il rilevatore di velocità o anche l’incidente avvenuto.

Oltretutto il software di Google, nel caso di segnalazione di incidenti, sarà in grado di rielaborare un percorso alternativo per evitare quello congestionato dove è avvenuto il sinistro, più o meno grave. Dopo l’acquisto di Waze da parte di Google, avvenuto nel 2013, il colosso sta inserendo alcune delle funzionalità già presenti sull’altra applicazione di navigazione proprio per andare a incrementare Google Maps, che è molto più conosciuta a livello globale.

Tra le ultime novità di cui abbiamo parlato di recente, c’erano anche la possibilità di avere anche la localizzazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche all’interno delle varie mappe. O anche l’itinerario apposito in grado di elaborare delle funzioni realizzate ad hoc per i motociclisti e per trovare i migliori percorsi da fare in sella alla due ruote. L’unica cosa che possiamo fare ora è aspettare e capire se il segnalatore di autovelox su Google Maps sarà rilasciato su larga scala e quindi anche in Italia.

MOTORI Su Google Maps arrivano le segnalazioni degli autovelox