Chinetosi o cinetosi, ecco cosa c’è dietro il mal d’auto

Il disturbo colpisce diverse persone al mondo, soprattutto donne e bambini, ed è molto fastidioso

Chinetosi o cinetosi, questa è la causa del mal d’auto, un disturbo neurologico molto diffuso in differenti soggetti in tutto il mondo.

È una condizione che si prova nel momento in cui si è sottoposti a spostamenti ritmici o irregolari del proprio corpo durante viaggi con mezzi di trasporto come l’auto, ma non solo, anche la nave o l’aereo. Lo stesso disturbo si può provare anche su una giostra o su un’altalena. Oggi siamo in un’epoca in cui abbiamo sempre più la necessità di consultare il nostro tablet o il nostro smartphone mentre siamo in viaggio, quindi il mal d’auto colpisce sempre più sia grandi che piccini.

Sono più di 30 milioni le persone stimate che soffrono di cinetosi in Europa, una condizione che è spesso al centro di ricerche scientifiche mirate a trovare delle soluzioni. Abbiamo già parlato infatti anche in passato di questo disturbo e di come potesse essere legato anche all’odore che si sente nell’automobile, oppure ancora degli occhiali speciali utilizzati per evitare di provare quella sensazione di malessere.

Il mal d’auto ha caratteristiche differenti a seconda del soggetto preso in esame, gli effetti sicuramente sono simili e in molti casi anche identici, però non basta un’unica soluzione che vada bene per tutti. Una volta che una persona affetta da chinetosi va in macchina, inizia ad avere vari malesseri come la nausea, il vomito e i sudori freddi. Spesso viaggiare diventa un incubo.

Le persone sono colpite dal mal d’auto soprattutto in strade con curve, dove il malessere di acuisce. L’equilibrio di ogni soggetto e i movimenti vengono coordinati da segnali che partono dall’interno dell’orecchio e dagli occhi. Questi poi arrivano al cervello che li comprende e orienta. Nel momento in cui arrivano invece scoordinati, il cervello si confonde, e questo può succedere quando ci si trova sui sedili posteriori e gli occhi non mandano lo stesso segnale, a causa della visione limitata, per loro la macchina è ferma e quindi creano confusione. Ecco perché insorgono i sintomi che non si riescono a controllare, come vomito e nausea.

Chi soffre di chinetosi deve prestare attenzione a degli accorgimenti di base, come non fare un pasto abbondante prima di mettersi in auto, ma solo un piccolo spuntino, in modo da attutire il senso di nausea. Cercare di sedersi sempre sul sedile anteriore e guardare in avanti, senza mai leggere ma piuttosto ascoltando la musica, che aiuta a distrarsi. Cercare di non fumare e di fare delle piccole soste, soprattutto se il viaggio è lungo, è l’ideale. Come abbiamo già detto però ognuno poi sa come reagire nei momenti in ha il mal d’auto, non esiste un metodo efficace per tutti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Chinetosi o cinetosi, ecco cosa c’è dietro il mal d’...