Caravan, il futuro degli alloggi trasportabili made in USA e Francia

Soluzioni pratiche per chi voglia vivere a contatto con la natura, senza rinunciare ad alcune necessarie comodità

Piccoli caravan, nuovi gli alloggi trasportabili realizzati in Francia e negli Stati Uniti. Ecco le caratteristiche di 3X e Hitch Hotel.

Generazioni di viaggiatori hanno sfruttato la Maggiolina, fissandola al tetto del proprio veicolo, per risolvere il problema dell’alloggio durante lunghi viaggi o avventure on the road che non prevedessero l’ausilio dei comfort di un albergo.

Sebbene le possibilità di permanenza in camera o appartamento siano aumentate di gran lunga nel corso degli anni, sfruttando soprattutto le agenzie online come AirBnb, con il conseguente calo delle tariffe, non sono svaniti del tutto gli amanti dell’avventura. Lo dimostra lo sviluppo dei piccoli caravan.

Strutture ‘portatili’, da agganciare alla propria vettura, garantendo un impatto minimo durante il traino. È possibile inoltre il fissaggio al gancio a sbalzo, proprio come si è soliti fare con il supporto per le biciclette. Una soluzione che garantisce anche la salvaguardia dello spazio sul tettuccio per non essere costretti a stipare tutti i propri beni nel portabagagli.

Dalle dimensioni minimali apparenti, queste soluzioni abitative possono crescere, fino ad offrire un comodo riparo per due o tre persone. È possibile scegliere tra vari modelli a disposizione, sviluppati tra Stati Uniti e Francia. Per due persone che vogliamo pernottare in totale comodità si consiglia l’americana Hitch Hotel, con tanto di angolo cucina e zona dove poter cenare. In alternativa la francese 3X, prodotta dalla BeauEr.

Hitch Hotel

Fonte: Instagram

Nel caso della Hitch si può passare agilmente da 0.86 m in fase di trasporto a 2.25 m di lunghezza, una volta fermata l’auto e avendo sganciato il caravan dal gancio, posizionandolo a terra con appoggio sui quattro piedi estendibili. Il costruttore ha inoltre tenuto conto del ‘danno’ ottenuto dall’occupazione del gancio per biciclette. Di conseguenza nel caravan è stato ricavato uno spazio adatto al carico di due cicli o eventuale materiale da campeggio.

Tutto di cui un campeggiatore possa aver bisogno, considerando una costruzione alquanto spartana, al costo di 2.800 euro circa. Ben differenti invece gli standard economici della 3X della BeauEr. In questo caso la lunghezza in fase di trasporto è di 1.9 m, con un’apertura elettrica (Hitch offre aperta manuale) che, in pochi secondi, mette a disposizione dell’acquirente un’abitazione di quasi 12 mq, con bagno, angolo cottura, letto matrimoniale e saletta pranzo (trasformabile in altri due posti letto). Il tutto a un costo di oltre 20mila euro.

MOTORI Caravan, il futuro degli alloggi trasportabili made in USA e Fran...