Felicità Totti: accordo da un milione con questo brand

L'ex capitano della Roma vicino ad un accordo con Volkswagen,

Nuovo anno e nuova partnership per Francesco Totti. L’ex capitano della Roma ha raggiunto un accordo con Volkswagen, il colosso delle automobili tedesche, che lo renderà il nuovo testimonial negli spot pubblicitari del Gruppo per le auto elettriche.

Molto probabilmente Totti diventerà il nuovo volto del brand esattamente come nel 2013, quando insieme a tutta la Roma e all’allenatore di allora Zeman, fu protagonista delle pubblicità della nuova Volkswagen Polo Spot in tv. Secondo le indiscrezioni, il compenso di Totti dovrebbe girare intorno alla cifra di 1 milione di euro, con gli spot che saranno visibili solo all’inizio del nuovo anno, il 2022.

Volkswagen, 150 miliardi per l’elettrico

Il gruppo tedesco ha stanziato ben 150 miliardi di euro al 2025, di cui 73 già investiti, su innovazione, software e auto elettriche. Come confermato dalle novità mostrate al Salone di Monaco, Audi Grandsphere e Volkswagen ID.Life, la mobilità elettrica sarà in grado di rispondere a tutte le esigenze del mercato partendo dall’alto di gamma fino a compatte elettriche adatte alla città.

La futura gamma elettrica del Gruppo Volkswagen potrà contare dal 2026 sulla nuova piattaforma completamente elettrica Ssp (Scalable Systems Platform) in grado di essere utilizzate dalle citycar fino alle ammiraglie con un obiettivo di realizzare oltre 40 milioni di auto del gruppo durante il suo ciclo di vita.

Volkswagen ID.life: l’auto elettrica per tutti

Al recente di Salone di Monaco è stata presentata la Volkswagen ID.life: la citycar del futuro del colosso automobilistico tedesco. E non solo perché potrebbe avere un prezzo di listino decisamente abbordabile, per una full-electric: la casa di Wolfsburg ha infatti adottato soluzioni tecnologiche destinate probabilmente a cambiare il settore della mobilità elettrica.

Quella che è stata già soprannominata come l’auto elettrica per tutti ha infatti trazione anteriore, differenziandosi così da tutte le altre auto elettriche oggi in commercio (la ID.Life arriverà invece nel 2025).

I vari costruttori che hanno approcciato il mondo della mobilità full-electric hanno sempre optato per la trazione posteriore o, tutt’al più, per la trazione integrale. In quest’ultimo caso, però, è necessario montare una seconda power unit collegata con l’asse anteriore, con tutte le complicazioni che derivano sul fronte della gestione dell’autonomia, dell’elettronica e del battery pack.

Il “ritorno al passato” della trazione anteriore fa sì che la power unit sia allocata nel vano anteriore e trasmetta la coppia all’avantreno, consentendo di organizzare e distribuire gli spazi all’interno dell’abitacolo in maniera omogenea. Ad esempio, non ci saranno interruzioni di continuità sul pavimento dell’abitacolo, permettendo a tutti gli occupanti di sedersi comodamente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Felicità Totti: accordo da un milione con questo brand