Alfa Romeo, il progetto che fa rinascere la Montreal

Dal 1970 il grande ritorno di un classico del Biscione, la Montreal in chiave moderna del designer Mallosto

Alfa Romeo presentò la sua Montreal al Salone dell’Auto di Ginevra nel 1970, anche se la concept car era già stata svelata al pubblico tre anni prima, durante un’esposizione proprio a Montreal. Dopo 50 anni possiamo ammirarne il grande ritorno in chiave moderna.

Pedro Ruperto Mallosto, giovane designer 26enne di origini brasiliane che vive oggi a Torino, ha voluto omaggiare questo modello unico per celebrarne il suo anniversario. Possiamo vedere le immagini fantastiche sia su Behance.net, sia sul profilo Instagram dell’autore. Noi abbiamo intervistato Mallosto, che ci ha confidato che questo lavoro è stato realizzato per una challenge nata sul social network Instagram per Klaus Busse, responsabile del design del gruppo FCA per l’Europa.

Ruperto Design è il suo “nome d’arte”, il designer ci ha raccontato: “Sono un designer automotive di 26 anni, ho un master in Transportation Design dello IAAD e Laurea in Design del Prodotto conseguita alla Universidade de Brasília. Sono appassionato di auto, ho voluto realizzare questo omaggio alla Montreal per la sfida nata su Instagram. Il mio intento era quello di celebrare i 110 anni di Alfa Romeo insieme al 50esimo anniversario della Montreal”.

alfa romeo montreal

Fonte: Behance.net

Mallosto continua: “L’idea era proporre una Alfa Romeo Montreal dei tempi moderni. Ho voluto cogliere questa opportunità per dimostrare quello che so fare, visto che il mio intento è ovviamente lavorare nel settore o almeno iniziare con uno stage, quindi propongo i miei progetti appena ne ho occasione”.

Eravamo curiosi di sapere se il brasiliano avesse una particolare passione per uno dei nostri brand del cuore, Alfa Romeo: “Sono un grande ammiratore di Alfa, mi piace il suo design particolare, la semplicità e la sensualità classiche italiane, adoro le belle curve e i volumi del brand. Per realizzare la mia Alfa Romeo Montreal, in occasione dei suoi 50 anni, ho preso come riferimento il concept della Tonale”.

E come ha lavorato a questo progetto? “Ho cercato di rispettare al massimo le principali linee della Montreal originale, ma cercando di introdurre il nuovo design language della Casa. Questo si può notare nei fari, nella griglia frontale, nel classico “sopracciglio” sui fari, la linea che scorre per tutta la fiancata e collega la parte anteriore col posteriore”. “Devo dire la verità, non ho un marchio preferito di auto, apprezzo tutto ciò che di bello ogni azienda riesce a esprimere. Sono molto più un amante delle forme e della scultura dell’automotive, che un affezionato ad un unico brand specifico. Ammiro molto Ferrari, Aston Martin, Jaguar, Porsche, Polestar, Koenigsegg, Volkswagen”.

alfa romeo montreal mallosto

Fonte: Behance.net

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Alfa Romeo, il progetto che fa rinascere la Montreal