Alfa Romeo e Ferrari dominano a Villa d’Este

Il Concorso d’Eleganza sulle rive del Lago di Como ha visto trionfare due noti brand italiani

Ogni anno si celebra il Concorso d’Eleganza a Villa d’Este, una meravigliosa manifestazione sulle rive del Lago di Como.

La tradizione vede protagoniste delle auto uniche e iconiche, modelli storici e non, accomunati dal lusso e dallo stile elegante. La scorsa edizione organizzata come sempre alla fine del mese di maggio, ha visto come vincitrice una spettacolare vettura del Biscione, stiamo parlando dell’Alfa Romeo 8C 2900B Berlinetta Touring del 1937, che anche lo scorso anno si è aggiudicata un premio importante, vincendo il concorso di Pebble Beach. Si tratta di una delle auto più veloci e ricercate del periodo fra le due Guerre, grazie al suo motore potente e alla carrozzeria aerodinamica di colore nero.

Alfa romeo 8C

Nello stesso momento in cui Alfa portava con sé questo grande riconoscimento, la Casa d’Aste RM Sotheby’s ha tenuto un’asta di meravigliose vetture da collezione. I lotti proposti per la vendita erano 70, ne facevano parte anche due motoscafi, sette piani di progettazione provenienti dalla Zagato, carrozziere e designer molto celebre, presente in catalogo con nove auto, tre delle quali sono rimaste invendute, e molti altri pezzi unici.

In tutto l’asta è arrivata a quasi 20 milioni di euro di ricavo, tenendo conto che su 53 macchine ne sono state vendute 29. Il risultato non è stato dei migliori, e purtroppo anche in questo caso continua a emergere la difficoltà che sta affrontando il mercato automobilistico europeo oggi. Non resta che attendere quindi le favolose aste americane che verranno organizzate per tutta estate. Nonostante le auto siano aumentate, il risultato del 2019 è inferiore rispetto al solito.

In ogni caso le vetture di maggiore successo all’asta sono state due bolidi da competizione che, da sole, hanno totalizzato più di 7 milioni di euro. Una di queste è la Ferrari 500 Mondial Spider del 1954, venduta a più di 3.7 milioni di euro, anche se sotto la stima che era tra i 4.2 e i 4.7 milioni di euro. Vettura meravigliosa nella sua caratteristica livrea rossa che il venditore acquistò meno di due anni fa per 3.8 milioni di dollari e che quindi non è rimasto poi così soddisfatto dalla vendita. L’altra era una Porsche 550A Spyder carrozzata Wendler argentata del 1957. Le Ferrari offerte all’asta erano otto in tutto e solo due non hanno trovato acquirenti, tutte le quattro Porsche presenti invece sono state comprate.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Alfa Romeo e Ferrari dominano a Villa d’Este