Agente 007: sta per tornare la storica Toyota 2000GT di James Bond

L’auto leggendaria di Sean Connery è stata replicata in maniera perfetta e si chiama 3000GT

L’auto di cui parliamo oggi è la storica Toyota 2000GT che abbiamo visto in 007, guidata da Sean Connery in Mission Impossible.

Oggi vediamo una replica, che riesce ad avere anche lo stesso sound caratteristico dell’originale Toyota 2000GT. Sembra quasi impossibile in un’era in cui le auto diventano sempre più silenziose, e invece è così. È difficile capire quanto sia importante questa macchina, non solo per la Toyota, ma per l’intero Giappone. La Seconda Guerra Mondiale è stato un periodo difficile e per dimostrare il proprio valore, Yamaha ha collaborato con un gruppo di addetti ai lavori di Toyota per smussare gli angoli dell’immagine giapponese e creare una nuova forma di ingegneria e intento progettuale.

La Toyota 2000GT era bassa, elegante e dall’estetica inaspettata. Prendeva ispirazione dalla E-Type, il designer Satoru Nozaki creò un mezzo in cui le superfici curve formavano bordi e pieghe. Nel 1966 una 2000GT completò un test di resistenza brutale di 72 ore, tre giorni senza sosta, che dimostrarono il vero valore dell’auto, solo in quel momento il resto del mondo si svegliò.

La 2000GT è stata la prima supercar giapponese, e senza di essa non ci sarebbero stati LFA, Celica, Supra o GT86. Modello estremamente raro, ci sono solo 351 unità al mondo, sono vetture collezionabili e costose. Oggi però un uomo è riuscito a costruirne una replica molto più accessibile.

toyota 2000GT

Il suo nome è Yoshiya Watanabe, il proprietario del garage tuner di Okazaki Rocky Auto. Un designer di auto con grandiosa esperienza nel settore, in cui ha iniziato a lavorare da ragazzino. Quando la sua ricca clientela di Tokyo è cresciuta, tutti hanno iniziato a volere i classici mezzi leggendari con accessori moderni come aria condizionata, servosterzo e molto altro ancora. Ma quello di cui parliamo oggi è il ritorno dell’auto storica di 007, la Toyota 2000GT di James Bond: nascosta nell’angolo della sua officina infatti troviamo una mini collezione di auto del suo ultimo progetto, repliche realizzate a mano sull’iconica 2000GT, chiamate 3000GT.

Non è un originale ovviamente, ma dopo aver realizzato il telaio, il designer ha martellato l’alluminio per rifare i pannelli del corpo proprio come l’originale. Il motore, la trasmissione, il telaio e alcuni elementi interni sono poi presi da Toyota, ma tutto il resto è fatto a mano. C’è anche una variante ibrida che utilizza un propulsore Prius, e c’è la possibilità di eliminare il tetto per ottenere la stessa auto di Sean Connery.

Una replica che regala emozioni ed eccitazione senza limiti. Toyota 2000GT è apparsa per la prima volta al Motor Show di Tokyo nel 1965, ma il film dell’Agente 007 è quello in cui molte persone hanno visto l’auto per la prima volta.

MOTORI Agente 007: sta per tornare la storica Toyota 2000GT di James Bon...