Zil President, la limousine di Putin in puro stile “sovietico”

Il progetto di due studenti ha vinto il concorso per immaginare la futura auto del presidente russo, tra tradizione e modernità; a fine anno il prototipo

Per anni i presidenti dell’ex Unione Sovietica hanno viaggiato sulle enormi vetture di produzione nazionale, come le Zil: auto lunghissime, squadrate, imponenti, dalla tecnologia non certo all’ultimo grido, ma dall’immagine sicuramente inconfondibile.

Ora, con la necessità di realizzare una nuova limousine per il presidente russo, si è posto il problema di trovare una degna sostituta alle storiche Zil. Tra l’altro, per un presidente esigente come Putin, particolarmente attento all’immagine delle proprie auto di rappresentanza.

Pare che abbia rinunciato ad una Zil-4112 P di recente produzione a causa del design, sempre uguale a se stesso da decenni. E con prestazioni non proprio ottimali, a cominciare dal consumo di 65 litri di benzina ogni 100 km.

A seguito di questo, Marussia Motors, nota per le vetture di Formula 1, e il sito Cardesign.ru hanno pensato di organizzare un concorso di design, per inventare le forme della prossima auto presidenziale: 120 le vetture proposte in tre settimane, e una sola vincitrice, questa Zil President realizzata dall’olandese Yaroslav Yakovlev e dal russo Bernd Weel, studenti di design a Torino.

Declinata rigorosamente in colore nero, la vettura si fa notare per un design che ricorda le auto presidenziali del passato, ad esempio per le linee squadrate o per il montante anteriore quasi verticale.

Proporzioni, forme e dettagli sono però adatti ad un’auto moderna, e non priva di originalità. Qualche esempio? L’ampia calandra anteriore con quattro grandi listelli cromati, che reinterpreta in chiave moderna ma non meno vistosa la storica calandra Zil, le luci sottili a LED, il lunghissimo cofano anteriore, cui fa riscontro una coda che sale leggermente verso l’alto; il tetto molto basso, con i finestrini piuttosto sottili -per la privacy e la sicurezza- incorniciati da un’unica cromatura, che, grazie anche al montante posteriore inclinato, ricordano quasi una coupé d’altri tempi.

E poi il passo enorme, come si addice ad una limousine orientale, in questo caso anche con moderne ruote di grandi dimensioni e con parafanghi molto marcati, quasi a voler sottolineare che l’auto non è solo in grado di procedere a passo d’uomo in parata. Il passo successivo sarà la realizzazione del prototipo derivato dal progetto virtuale, che sarà poi presentato al Presidente: a lui la decisione finale.

(a cura di Omniauto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Zil President, la limousine di Putin in puro stile “sovietico...