Youabian Puma, l’auto brutta che costa 1 milione di dollari

Una cabrio a quattro posti americana lunga più di sei metri, esposta al Salone di Los Angeles

Un’auto può essere brutta, ma molto economica: si può chiudere un occhio. Se però un’auto è costosissima, 1,1 milioni di dollari in questo caso, ci si aspetta come minimo una carrozzeria almeno guardabile. Impressionante, invece, il lavoro svolto dai progettisti della Youabian Puma: praticamente, una raccolta di tutto quello che non si deve fare per disegnare un’automobile. 

Fiancate che sembrano sciogliersi, parafanghi interrotti di colpo come dopo un incidente, frontale eccessivamente bombato, una calandra che sorride come in una buffa utilitaria, la coda che pare aver perso dei pezzi, e un abitacolo strettissimo, con parabrezza curvo e troppo piccolo. Ma oltre alle proporzioni, anche le dimensioni sono completamente fuori scala: la Puma è lunga oltre 6 metri, con un’altezza totale superiore a 1,8 metri, ed è larga ben più di 2 metri.

Come dire che non potrebbe trovare posto in nessun garage o parcheggio normale, e che ha una stazza incoerente con la tipologia, una cabriolet a 4 posti che dovrebbe avere un minino di sportività. Anche le irriverenti ruote cromate da 20 pollici, hanno una gommatura che fanno sembrare la Puma un Quad allungato, una sportiva da deserto, ma troppo bassa da terra per affrontare qualsiasi ostacolo.

Si potrebbe dire: per 1,1 milione di dollari, ci sarà almeno una meccanica sopraffina, anche con dimensioni pachidermiche. Il motore è invece un tradizionale V8 di grande serie, prodotto dalla GM, che eroga 505 CV, con coppia massima di 363 Nm, e cambio automatico a 6 marce; accelera da 0 a 100 km/h in poco più di 6 secondi, e consuma 10,6 litri per 100 km in autostrada.

La potenza non manca, ma con quella gommatura e quella stazza, e un posto di guida alto e con visibilità che sembra ostruita dal cofano "gonfio", anche il piacere di guida sembra una probabilità molto remota. Insomma: non è una supercar velocissima e performante, e neanche un’elettrica silenziosa ed ecologica rivolta al futuro. Chi ha generato questo mostro di alluminio e fibra di vetro? L’auto è stata esposta al Salone di Los Angeles, ed è opera di un bizzarro produttore locale, con lo scopo di realizzare un veicolo diverso dal solito. E sicuramente c’è riuscito: saremmo curiosi di conoscere i primi clienti.

 

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Youabian Puma, l’auto brutta che costa 1 milione di dollari