Worthersee 2013: in Austria si radunano le Volkswagen più folli

L'evento si ripete dal 1981 attorno al lago della Carinzia e propone al pubblico le più curiose elaborazioni delle auto di tutto il gruppo tedesco

C’era una volta la Volkswagen Golf GTI, un’automobile che è entrata nella storia per il suo carattere di berlina "normale" ma che, con alcune modifiche ben congegnate, diventava una vettura velocissima. Gli appassionati che la modificavano erano sempre di più e quindi circa 32 anni fa nacque il Worthersee, un raduno sulle sponde dell’omonimo lago alpino della Carinzia che negli anni è diventato un punto di riferimento nel mondo del tuning. La location non è stata scelta a caso: in Austria, paese vicino alla Germania, le leggi permettono di far circolare sulle strade le auto elaborate con maggior facilità.

Col passare del tempo, il gruppo Volkswagen ha sfruttato sempre di più questa manifestazione per dare visibilità a tutti i sui marchi (Volkswagen, Audi, Seat e Skoda) ed ha iniziato a presentare un nutrito numero di vetture speciali, esemplari unici dalle forme curiose e dalle prestazioni esaltanti. La manifestazione ha assunto così i toni di una festa sempre più ricca, con la partecipazione lo scorso anno di oltre 150.000 presone in soli tre giorni, e forse ancora di più per l’edizione di quest’anno (8-11 maggio).

Un giro d’affari notevolissimo, ma soprattutto un momento anche di puro divertimento per tutti gli appassionati del genere, che trovano al Wörthersee modelli vecchi e nuovi, tutti estremamente carichi di fantasia e passione. Tra le auto con qualche anno di età ci sono ovviamente le elaborazioni discrete di coupé e berline sportive, ma anche veri e propri capolavori di originalità: che dire ad esempio della Golf ricoperta da un sacco di juta, ruote comprese? O dell’Audi il cui cofano è interamente decorato con decals del mondo dei videogames? O ancora delle vetture normali che adottano gli enormi cerchi ruota di supercar come Bentley o Lamborghini? Per non parlare delle personalizzazioni spinte degli interni, come utilitarie Volkswagen con le pelli di una Porsche, o eleganti berline sportive Audi dagli interni leopardati.

Per le decorazioni esterne, vanno invece di moda le tinte fluorescenti, come il viola o il verde, riservate anche ad elementi meccanici costosissimi come i freni, per mettere in risalto le modifiche tecniche. E accanto a questi "mostri" schiacciati a terra, ci sono poi le proposte ufficiali delle case del gruppo, che non scherzano quanto a originalità, e culminano con la Golf GTI Design Vision: una vera belva capace di sprigionare ben 503 CV, una potenza da supercar.

(a cura di OmniAuto.it)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Worthersee 2013: in Austria si radunano le Volkswagen più folli