Volkswagen: Storia e curiosità della casa automobilistica

Volkswagen, letteralmente "vettura del popolo", è una delle case automobilistiche più famose al mondo. Scopriamo insieme qualcosa in più su questo marchio

Volkswagen, produttore tedesco di autovetture e autocarri, ha una lunga storia alle sue spalle, fatta di successi ma anche di periodi bui. Ripercorriamo insieme la storia del marchio e qualche curiosità.

La Volkswagen venne fondata per volere di Adolf Hitler, nel 1937, il quale obbiettivo era quello di poter mettere a disposizione un’automobile anche al popolo tedesco meno abbiente. Con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, il progetto si interruppe, per poi venir ripreso al termine del conflitto, quando venne immessa sul mercato la Volkswagen 1200 (più conosciuta in Italia come Maggiolino), auto compatta, economica, semplice e robusta, facile da costruire in grande serie ed economicamente accessibile. Il successo di questo veicolo fu immenso e ancora oggi tale modello fa impazzire collezionisti e appassionati.

Gli anni settanta, dopo l’enorme successo del Maggiolino, videro la prima grande crisi finanziaria della casa automobilistica, incapace di trovare un degno erede al loro modello di punta. VW decise allora di affidarsi all’estro dell’allora giovanissimo designer torinese Giugiaro, il quale partorì modelli divenuti intramontabili come la Passat, la Scirocco, la Polo e la Golf.

Da qui partì la loro ripresa e il successo fu senza fine, fino ad arrivare ai giorni nostri, quando il marchio tedesco ha subito la seconda battuta d’arresto della sua storia, con l’ormai famoso scandalo emissioni, il dieselgate. A settembre 2015 l’ EPA, l’agenzia per la protezione dell’ambiente statunitense, comunicò che la Volkswagen aveva illegalmente installato un software di manipolazione progettato per aggirare le normative ambientali sulle emissioni di ossido di azoto e di inquinamento da gasolio.

VW appartiene al gruppo industriale Volkswagen AG e riunisce sotto di esso anche altri undici marchi da sette diversi paesi europei: Audi, SEAT, Skoda, Bentley, Bugatti, Lamborghini, Porsche, Ducati, Scania e MAN. L’intero gruppo registra un fatturato medio annuo di 200 miliardi di euro, con un utile netto di circa 10 miliardi di euro. I dipendenti del gruppo ammontano a più di 500 mila, sparsi in tutto il mondo.

VW dispone anche di un reparto corse, impegnato nella Dakar e nel mondiale Rally. Il palmares registra quattro edizioni vinte della Dakar e tre mondiali, sia piloti che costruttori, nel campionato Rally.

Volkswagen: guarda il listino prezzi

Guarda tutte le schede auto, la storia e le curiosità di tutte le altre case automobilistiche consultando questo elenco alfabetico:

AbarthAlfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Dacia, Daihatsu, Dodge, DR, DS, Ferrari, Fiat, Fisker, Ford, Gonow, Great Wall, Honda, Hummer, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Jaguar, Jeep, Kia, Lada, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Landwind, Lexus, Lotus, Mahindra, Martin Motors, Maserati, Maybach, MazdaMcLaren, Mercedes, MG, Mini, Mitsubishi, Morgan, Nissan, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Qoros, Renault, Rolls-Royce, Seat, Skoda, Smart, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tata, Tesla, ToyotaVolvo.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Volkswagen: Storia e curiosità della casa automobilistica