Volkswagen riconversione green: il gas sostituirà il carbone in fabbrica

Le due centrali elettriche di Wolfsburg saranno completamente riconvertite in un processo che porterà ad un’ampia riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Si parla di una grande svolta nella storia delle fabbriche di Volkswagen, passando dal carbone al gas. Le centrali elettriche del quartier generale di Wolfsburg verranno riconvertite e quindi si registrerà una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 1,5 milioni di tonnellate all’anno, che equivale a eliminare ben 870.000 veicoli dalla strada.

L’inquinamento atmosferico prodotto da una quantità così grande di automobili che si muovono sulle strade sarà abbattuto in un colpo solo con questa riconversione, sicuramente molto più efficace rispetto all’introduzione di auto elettriche.

È certo che l’impegno per attuare una trasformazione così importante e radicale al sito di produzione richiede un impiego di corpose risorse economiche e, non da meno, una grandissima e reale volontà di fare veramente qualcosa di significativo per l’ambiente. Serviranno ben 400 milioni di euro per passare dal carbon fossile al gas naturale in una delle due centrali Volkswagen.

Pur trattandosi di uno dei più grandi e importanti marchi mondiali di automobili, si parla comunque di grandi quantità di denaro, soprattutto in seguito alle ripercussioni economiche dovute al recente scandalo del dieselgate. Potrebbe essere anche una mossa pensata per rifarsi sul tema delle emissioni e dell’ecosostenibilità, il processo avviato da Volkswagen provocherà una riduzione di emissione di CO2 non indifferente.

Verranno installati nuovi sistemi a ciclo combinato, che sostituiranno le attuali caldaie a carbone; tra il 2021 e il 2022 inizieranno a funzionare tutte le nuove strutture facenti parte di questo grande progetto di riconversione con le nuove turbine a gas ad alta efficienza. Verranno tagliate quasi il 60% delle emissioni prodotte e la gestione dei nuovi impianti andrà ad una società del Gruppo tedesco, la VW Kraftwerk GmbH.

Volkswagen prende questo impegno dichiarando la volontà di contribuire al miglioramento della qualità dell’aria, spingendo anche parecchio sui veicoli elettrici e cercando di rendere i motori tradizionali più puliti ed efficienti. L’impegno di Volkswagen riguarda anche la produzione: entro il 2025 la Casa si è posta come obiettivo quello di ridurre l’impatto ambientale del 45% rispetto al 2010. La grande riconversione delle centrali elettriche è un segnale importante verso questo traguardo.

I nuovi impianti che verranno installati genereranno circa 136 megawatt di energia elettrica e 386 megawatt di energia termica. Non appena la pianificazione e l’appalto raggiungeranno un buono stato di avanzamento e le autorità competenti approveranno, allora i lavori potranno essere avviati; si stima quindi che già entro la fine di quest’anno potrà essere posta la base per cominciare.

Non si parla solo di riduzione delle emissioni di anidride carbonica, ma anche dei consumi di acqua, del volume degli scarti e di altre emissioni; si contribuirà quindi ad abbassare la concentrazione di inquinanti a livello locale.

Non dimentichiamo di dire che le due nuove centrali elettriche di Wolfsburg, oltre a produrre la maggior parte dell’energia richiesta dai vari stabilimenti, forniranno anche il riscaldamento sia per lo stabilimento che per la città di Wolfsburg.

MOTORI Volkswagen riconversione green: il gas sostituirà il carbone in ...