Volkswagen oltre il dieselgate: in arrivo motore super-ecologico

L'ad della casa tedesca Mueller promette un motore in grado di ridurre dl 90% il particolato

Lasciarsi alla spalle il dieselgate e guardare avanti, ricostruendosi l’immagine su consumi ed emissioni grazie a nuovi motori a benzina praticamente ‘green’. E’ questo il messaggio lanciato da Matthias Mueller, numero uno della Volkswagen, di fronte all’assemblea dei 3mila soci dell’azienda tedesca presenti alla fiera di Hannover.

Nell’occasione, Mueller ha infatti annunciato un nuovo motore a benzina 1.4 sia TSI che TFSI con un originale filtro in grado di ridurre le emissioni di particolato fino al 90%. Il nuovo propulsore debutterà nel giugno 2017 sulla Volkswagen Tiguan e sull’Audi A5 ma entro il 2022 potrebbe essere utilizzato su circa 7 milioni di veicoli ogni anno. Tra le altre aree strategiche di investimento, segnalate poi anche guida autonoma, digitalizzazione e nuove forme di mobilità.

Con questo annuncio Mueller cerca di spostare l’attenzione da un dieselgate che ha avuto pesanti notevole sul bilancio Volkswagen (16 miliardi nel 2015) e non è stato ancora completamente risolto, visto che solo 3.7 degli 8.5 milioni di auto coinvolti nello scandalo sono stati ‘autorizzati’ al richiamo e alla riparazione.

In compenso, sembra che il dieselgate abbia dato uno slancio nuovo alla ricerca di motori più ‘puliti’ in Europa non solo in casa Volkswagen: oltre alla BMW, che da tempo ha creato appositamente il ‘sottomarchio’ BMW i, ora anche Mercedes pare decisa a lanciarsi con maggiore convinzione nell’ambito dei motori elettrici. La casa di Stoccarda sembra infatti voglia imitare quella di Monaco di Baviera con un sottobrand dedicato alla produzione dei veicoli elettrici.

I primo risultati concreti di questo progetto della casa della Stella dovrebbero vedersi già al Salone di Parigi, in programma il prossimo ottobre, con una versione a batterie del GLC, uno dei crossover di maggior successo dell’azienda tedesca, destinato ad arrivare sul mercato nel 2017. Il GLC dovrebbe poi essere seguito da altri modelli, che dovrebbero condividere l’obbiettivo di garantire alle vetture un’autonomia da 500 chilometri con una sola ricarica.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Volkswagen oltre il dieselgate: in arrivo motore super-ecologico