Volkswagen cambia la storia: l’obiettivo è un milione di auto elettriche

Nei prossimi cinque anni il Gruppo Volkswagen spenderà quasi 44 miliardi di euro in e-mobility, guida autonoma, nuovi servizi di mobilità e digitalizzazione di veicoli e stabilimenti.

Un investimento che rappresenta circa un terzo delle spese totali per il periodo 2019-2023 e che dovrebbe portare la capacità costruttiva a livello di un milione di e-car all’anno dal 2025.

Lo ha dichiarato il ceo Herbert Diess nel corso della conferenza stampa dopo la riunione del consiglio di supervisione del gruppo. ”Volkswagen – ha detto Diess – svolgerà un ruolo fondamentale nel definire e plasmare la mobilità del futuro”.

La rivoluzione elettrica del colosso tedesco sarà un punto di svolta nella storia dell’automobile. ”Tra circa un anno aprirà una nuova era per la Volkswagen, comparabile con quella del primo Maggiolino o della prima Golf” ha annunciato il membro del cda Thomas Ulbrich, ”vogliamo portare la mobilità elettrica fuori dalla sua nicchia e rendere l’auto elettrica sostenibile per milioni di persone”.

Volkswagen introdurrà sul mercato i suoi modelli di nuova generazione (gamma ID) a batteria a ioni di litio basati sulla piattaforma modulare battezzata Meb (Modularer Elektrobaukasten).

La casa automobilistica tedesca avrà il suo centro di produzione a Zwickau in Sassonia, il più grande ed efficiente stabilimento produttivo di auto elettriche del gruppo. In futuro, fino a 330.000 veicoli elettrici l’anno usciranno dalla linea di produzione.

Con la gamma ID prodotta a Zwickau, la Volkswagen vuole per la prima volta mettere sul mercato un veicolo prodotto interamente con un bilancio di CO2 neutro.

Entro il la fine del 2019 vedremo il primo modello ID: sarà una berlina a cinque porte, dalle dimensioni comparabili a quelle di una Golf. La gamma I.D. sarà in seguito completata da vetture più grandi, suv e crossover.

MOTORI Volkswagen cambia la storia: l’obiettivo è un milione di auto&n...