Cos’è la trazione posteriore, pro e contro

Scopri i requisiti della trazione posteriore, la differenza con l'anteriore, i suoi pro e contro

La trazione posteriore indica la distribuzione della potenza esclusivamente alle ruote posteriori di un veicolo. Si tratta di un tipo di trazione che era molto utilizzato fino agli anni Ottanta, poi invece ha iniziato a diffondersi sempre più la trazione anteriore, che per molti motivi è considerata più vantaggiosa.

Ci sono però moltissime Case auto che continuano a utilizzare questa impostazione sulle loro auto, soprattutto per quanto riguarda i modelli sportivi. La trazione posteriore infatti su questa tipologia di vetture è funzionale perché consente di sfruttare al massimo le sue caratteristiche. Esistono anche auto di alta gamma dotate di questa trazione, che non esclude nemmeno la possibilità di posizionare il motore sia anteriormente che posteriormente nel mezzo.

La differenza tra trazione anteriore e posteriore

La trazione anteriore è sicuramente quella più diffusa oggi, presente praticamente su circa il 70% dei veicoli. È la più semplice da gestire e da realizzare rispetto alla trazione posteriore, che invece prevede la presenza di un albero di trasmissione del motore alle ruote posteriori, quindi un componente in più, e di conseguenza costi di costruzione dell’auto e peso maggiori.

Ma qual è la differenza più importante tra le due tipologie di trazione? Senza dubbio il fatto che trazione anteriore e posteriore hanno un modo completamente diverso di affrontare la percorrenza di una curva. Con la trazione anteriore il modo del mezzo con cui si affronta la curva viene trasmesso grazie alle ruote davanti e quindi viaggiando a una velocità elevata è possibile assistere al fenomeno di sottosterzo, ovvero la tendenza dell’auto ad allargare la traiettoria. Con la trazione posteriore invece si assiste al fenomeno opposto, quello del sovrasterzo, che consiste nella percorrenza della traiettoria più stretta rispetto a quella impostata dal guidatore.

Quali sono i vantaggi della trazione posteriore?

Le auto con trazione posteriore presentano dei vantaggi che si possono notare facilmente, come:

  • maggiore aderenza sul terreno o sull’asfalto asciutto in accelerazione, infatti proprio a causa della velocità che appesantisce il retrotreno della macchina, viene aumentato il carico sulle ruote posteriori;
  • i vari interventi di manutenzione dell’auto sono più semplici con questa tipologia di trasmissione. Con l’adozione di un differenziale autobloccante al posteriore vengono mitigati o addirittura eliminati del tutto i problemi di aderenza sui fondi con la minore tenuta.

Gli svantaggi della trazione posteriore

Oltre ai punti di forza, la trazione posteriore ha anche dei punti di debolezza, degli svantaggi sui veicoli che la adottano. Innanzitutto sembra dare minore stabilità ai mezzi che percorrono fondi a scarsa aderenza, per esempio a causa di condizioni meteo avverse, come neve o pioggia. Le ruote posteriori infatti sono in grado di dare la spinta al veicolo, ma non riescono a dargli una direzione, ed è così che aumenta il rischio di fare testacoda. Quando si verificano queste situazioni, sarebbe sicuramente meglio essere al volante di una vettura dotata di trazione anteriore o ancor meglio di trazione integrale.

Chiaramente questo non significa che la trazione anteriore non abbia degli svantaggi, come lo slittamento delle gomme in fase di accelerazione, soprattutto nel caso in cui si viaggia a velocità sostenuta.

Dopo aver spiegato quindi pregi e difetti della trazione posteriore, possiamo senza dubbio dire che questa tipologia di auto è quella più divertente da guidare, anche se in effetti è destinata solo a piloti esperti che hanno la capacità e la malizia utili per riuscire a controllare agevolmente l’auto. La trazione posteriore infatti è più soggetta alla deriva del retrotreno e quindi, come abbiamo già detto, al sovrasterzo. Di sicuro la manovra di controsterzo non è alla portata di tutti, si tratta di un intervento, spesso istintivo e quindi purtroppo fatto male, che permette di alleggerire il carico laterale sulle ruote anteriori sterzanti, ma che eseguito in maniera frettolosa, può essere molto pericoloso e portare il mezzo fuori strada.

La trazione posteriore appesantisce il retrotreno dell’auto, aumentando il carico sulle due ruote dietro. Come abbiamo detto, sia il costo che il peso di una trasmissione di tipo posteriore sono elevati, soprattutto in vetture con il motore anteriore, a causa della presenza dell’albero di trasmissione e di un retrotreno con una cinematica più evoluta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Cos’è la trazione posteriore, pro e contro