Prova su strada della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, amore a prima vista

La Berlina del Biscione provata sulle strade del lago di Como: la nuova Giulia quadrifoglio

Serena Cappelletti Giornalista e autrice di programmi tv del settore Automotive

Se volete davvero sapere quale sia il brand del settore automotive nel cuore degli italiani, la risposta è senza dubbio Alfa Romeo. Si perché una Ferrari la si desidera, una Alfa Romeo la si ama dall’inizio alla fine, se poi parliamo della versione ad alte prestazioni, la berlina del Biscione…allora l’amore è passionale e focoso.

Giulia Quadrifoglio è una di quelle vettura da storia dell’auto. Basta guardarla per capirlo, che in fondo l’unica cosa che desidera è essere guidata, possibilmente veloce.

Motore e prestazioni

Proviamola insieme per celebrare le sue sublimi prestazioni. Versione restyling, arrivata esattamente quattro anni dopo la presentazione del modello originale. Partiamo subito parlando del motore: 2.9 V6 Bi-Turbo di derivazione Ferrari , 510 CV e 600 Nm di coppia che la spingono a 307 km/h.

La Giulia Quadrifoglio va  da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi. Tempi Trasmissione automatica a 8 rapporti – ZF con convertitore di coppia – che può ridurre i tempi di cambiata fino a 150 millisecondi.

Ma non serve essere piloti per guidarla, mansueta in città, facile da parcheggiare grazie allo sterzo, che oltre a essere estremamente diretto, riesce a regalare emozioni anche a basse velocità.

Il telaio è rigido e permette alle sospensioni attive di lavoro in modo molto preciso. Lievemente sottosterzante,  per dare un tocco di sicurezza in più, ma sempre pronta ad assecondare il pilota che ha voglia di giocare e metterla in modalità Race, consigliato farlo solo in pista. Chiaramente non manca di farsi notare neanche nella modalità Dynamic, un po’ più sicura ma sempre divertente e sportiva.

Sistema di scarico dual mode a quattro uscite che chiaramente nella modalità Race diventa più aggressivo, stiamo sempre parlando di un motore turbo, con i suoi inconfondibili suoni da far girare la testa.

Novità negli interni

All’interno: nuovo il volante, la leva del cambio rivestita in pelle, le cinture di sicurezza rosse o verdi. I sedili sono di impostazione sportiva, contenitivi e rivesti in pelle e Alcantara. Anche il sistema di infotainment è stato completamente rinnovato con touchscreen da 8,8”, un interfaccia ridisegnata e servizi connessi.

I nuovi sistemi di assistenza alla guida di livello 2 sviluppati insieme a Bosch che lasciano alla vettura il controllo di acceleratore, freno e sterzo in determinate condizioni grazie ai sistemi di mantenimento della corsia, di monitoraggio dell’angolo cieco, del riconoscimento dei segnali stradali e al cruise control attivo che oltre a regolare la velocità secondo la distanza dal veicolo che precede, mantiene l’auto al centro della corsia.

In totale tanti pregi dalle prestazioni, allo stile, al piacere di guida. Pochi i difetti, tecnologia non proprio futuristica e i comandi non intuitivi

Prezzi

Prodotto tutto italiano , made in Cassino, il listino della Giulia Quadrifoglio parte da 91.000 euro, ma attualmente è in promozione ad 86.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Prova su strada della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, amore a pr...