Peugeot 208, una nuova strada nel settore delle auto compatte

La compatta francese è un vero e proprio gioiello tecnologico, capace di garantire ottime performance a prezzi più che contenuti

Non è affatto un caso che abbia vinto il titolo di “Car of the Year 2020”. La nuova Peugeot 208 ha infatti iniziato a tracciare una nuova strada per il segmento delle auto compatte, introducendo novità sostanziali sia da un punto di vista estetico, sia da un punto di vista tecnico e tecnologico.

In particolare, la city car francese si distingue per un range di motorizzazioni decisamente ampio per la categoria di appartenenza. La compatta della casa del Leone può essere acquistata in versione benzina, in versione diesel e, per chi vuole ridurre al minimo il proprio impatto sull’ambiente, anche con motorizzazione full electric. Il cuore della gamma, però, è rappresentata dai motori benzina e diesel da 100 cavalli, capaci di regalare forti emozioni con consumi tutto sommato contenuti. Sensazioni che avevamo già descritto in seguito alla nostra prova su strada.

Il motore benzina 1.2 PureTech, vincitore per quattro anni di fila del titolo di “Engine of the Year”, è un tre cilindri sovralimentato con turbo, abbinato di serie a un cambio manuale a sei rapporti. Già in questa configurazione, la nuova Peugeot 208 fa segnare performance da prima della classe: per accelerare da 0 a 100 chilometri orari impiega appena 9,9 secondi. Scegliendo il cambio automatico a 8 rapporti, il comfort di guida e le prestazioni crescono uleriormente. Il tutto senza avere consumi mostruosi: nel ciclo NEDC fa segnare un consumo di 4,2 litri ogni 100 chilometri.

Il motore diesel 1.5 BluHDi è invece la soluzione ideale per chi punta a macinare centinaia di chilometri al giorno. Oltre a garantire ottime performance tanto in accelerazione quanto sulla velocità di punta (anche se leggermente inferiori a quelle del modello a benzina), il motore diesel sviluppato dagli ingegneri francesi è un campione di consumi. Nel ciclo NEDC, infatti, la nuova Peugeot 208 fa segnare consumi di 3,2 litri ogni 100 chilometri.

A livello di costi, poi, la scelta delle motorizzazioni da 100 cavalli incide minimamente. Guardando al listino prezzi della Peugeot 208, infatti, si scopre che la differenza con la motorizzazione d’ingresso (stesso motore, ma con potenza da 75 cavalli) è inferiore al 10%, mentre per quel che riguarda i costi di esercizio, le differenze sono ancora minori. L’incremento del bollo è inferiore ai 50 euro, mentre sul fronte assicurativo (dove il costo del premio è calcolato in base a diversi fattori come la classe di merito, gli anni di guida, il numero di sinistri causati e la città di residenza) le differenze possono essere addirittura più basse.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Peugeot 208, una nuova strada nel settore delle auto compatte