Nuova Jeep Compass 4xe: le due anime off-road e urbana

80 anni di leadership nella guida in fuoristrada, oggi in versione sostenibile: la prova su strada della nuova Compass 4xe

Serena Cappelletti Giornalista e autrice di programmi tv del settore Automotive Giornalista, autrice e conduttrice di programmi tv, PR specializzata, sempre nel settore dell'Automotive. L'ultima esperienza l’ha vista responsabile della comunicazione dell'Autodromo Nazionale Monza. Interviste esclusive, prove auto e un nuovo format video: Serena sarà il volto [e la voce] di Virgilio Motori.

La nuova Compass 4xe evolve per parlare un linguaggio decisamente più moderno, valorizzando la qualità, i dettagli e la tecnologia.  Importanti le novità che la portano a un livello ancora superiore in termini di design, sicurezza, funzionalità e ultima, ma non meno importante, sostenibilità.

Le due anime off-road e urbana

Nuova Compass 4xe conuiga due anime insite nel brand Jeep – lo spirito off-road e quello urbano. Razionale e concreto, affascinante e avventuroso. E’ un modello completamente nuovo, dalla forte personalità, con uno stile  sofisticato e distintivo che però mantiene un inconfondibile tratto distintivo del marchio. La dinamica di guida su strada e la tecnologia nei campi della sicurezza e della connettività sono punti di forza della nuova Compass.

Le rinomate capacità 4×4 di Jeep, una peculiarità affinata in 80 anni di leadership nella guida in fuoristrada fanno i conti con un nuovo modo di pensare della casa, elettrificato e sostenibile. Compass è stato il primo modello insieme alla Renegade ad aver introdotto il logo 4xe che identifica oggi il nuovo 4×4 del marchio Jeep: assicura infatti ancora più prestazioni, garantendo l’equilibrio ottimale fra efficienza, divertimento alla guida e attenzione per l’ambiente.

Ibrido sostenibile

Nella versione ibrida plug-in da 190 CV, con trazione integrale e cambio automatico a sei rapporti, il propulsore abbina il quattro cilindri 1300 turbobenzina, in questo caso nella declinazione da 130 CV e 270 Nm, a due motori elettrici: il primo  posizionato sull’asse anteriore e collegato al motore a combustione interna, mentre il secondo, da 60 CV e 250 Nm, sull’asse posteriore, alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da 11,4 kWh.

Può percorrere fino a 50 km a emissioni zero, ricarica la batteria in meno di due ore, accelera da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi e promette consumi calcolati nel ciclo Wltp pari a 2,1 l/100 km con batteria carica. Ottime prestazioni, bassi i consumi, ma il bagagliaio della Compass ibrida, in configurazione a cinque posti, è ridotto leggermente di capacità rispetto alle varianti endotermiche, causa spazio batteria.

Per avere sempre i benefici dell’ibrido è necessario ricaricare le batterie. L’ibrido è sempre una sicurezza, almeno per il momento, e il motore endotermico entra sempre in soccorso, questo però a discapito dei consumi. Da utilizzare al massimo, sopratutto in discesa, la frenata rigenerativa.

Carattere versatile

Sono tre le scelte di guida: ibrida, elettrica e la modalità e-save. La partenza è sempre in elettrico, super silenziosa e coerente con la nuova filosofia jeep – zero emissioni.

Rinnovato anche il profilo high-tech che mantiene al contempo il suo proverbiale spirito urbano, moderno, sofisticato ed attento all’ambiente. Tra questi spiccano il quadro strumenti digitale full HD da 10.25”, la radio DAB, il sistema Uconnect 5 con touchscreen da 8,4 fino a 10,1” riposizionato al centro della plancia in posizione alta per consentire al guidatore di mantenere sempre lo sguardo sulla strada, processore cinque volte più veloce, sistema operativo Android con integrazione wireless per smartphone Apple CarPlay e Android Auto, navigatore TomTom interattivo con visualizzazione 3D e riconoscimento vocale naturale, e gli Uconnect Services.

Interno urbano

Inoltre, l’ambiente interno è stato reso ancora più funzionale con una nuova organizzazione dello spazio della console centrale e un incremento delle soluzioni portaoggetti di circa tre volte dalla versione precedente. Plancia più elegante e contraddistinta da materiali di pregio e dettagli tecnici in evidenza: dal nuovo tunnel centrale, al nuovo volante, ai nuovi rivestimenti dei pannelli porta fino alle nuove finiture e materiali interni. Eleganza e modernità anche all’esterno, con nuovi contenuti altamente tecnologici pensati per migliorare il comfort e la vita a bordo e rendere più intuitiva l’esperienza di guida urbana.

Guida sicura

Guida autonoma di livello 2 e ADAS di ultima generazione con infiniti sistemi di sicurezza di serie su tutta la gamma. Il Traffic Sign Recognition legge e interpreta i cartelli stradali. L’Intelligent Speed Assist mantiene automaticamente il veicolo entro i limiti di velocità segnalati. Il Drowsy Driver Alert avverte il guidatore quando un momento di sonnolenza abbassa il suo livello di attenzione. L’Automatic Emergency Braking con riconoscimento Pedoni e Ciclisti, che rallenta il veicolo fino all’arresto per evitare possibili incidenti. L’Highway Assist combina Adaptive Cruise Control e Lane Centering, regolando automaticamente velocità e traiettoria.

Prezzo senza vincoli

Prezzo chiavi in mano a partire da poco più di 40.000 mila euro. Una soluzione all’acquisto la si trova nel finanziamento, quello GO4xe , venendo così incontro a quanti scelgono di guidare i SUV ibridi del Marchio senza troppi vincoli.

Il finanziamento GO4xe consente infatti non solo di tenere, sostituire o restituire la Compass ibrida in relazione alla durata contrattuale scelta (fino a cinque anni), ma offre in più la possibilità di cambiarla a 13, 25, 37 o 49 mesi in funzione della durata del contratto. Sarà così possibile sostituire l’auto con un altro modello PHEV o ad alimentazione tradizionale, sottoscrivendo un nuovo finanziamento: il tutto con un minimo anticipo, rate di importo accessibile e nessuna penale in caso di uscita anticipata.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Nuova Jeep Compass 4xe: le due anime off-road e urbana