Come lavare l’auto a mano fai da te

Lavare l'auto in casa non è difficile, ma occorrono alcuni strumenti e prodotti appositi

Per lavare la propria auto ci si rivolge di solito ai cosiddetti autolavaggi che, autonomamente o con il nostro aiuto, ripuliscono l’auto sia all’interno che all’esterno e a prezzi piuttosto modici. È una soluzione sicuramente molto valida e per questo molto diffusa che assicura un ottimo risultato, anche grazie alle numerose attrezzature professionali di cui ogni autolavaggio dispone. Non sempre, però, si ha tempo a disposizione per recarsi in un autolavaggio.

Per risparmiare tempo e denaro una soluzione è sicuramente il lavaggio della propria auto a mano o fai da te. Assicurandosi ovviamente di utilizzare i prodotti giusti e nella maniera corretta, per non rischiare di provocare danni. Vediamo quindi come lavare la propria auto a mano nel migliore dei modi.

Stabilire il tipo di lavaggio dell’auto e procurarsi il necessario

La prima cosa da fare è decidere il tipo di lavaggio e cioè se lavare l’interno dell’auto o l’esterno, o entrambi. Inoltre, dopo aver scelto il tipo di lavaggio, è necessario trovare un luogo dove sistemare la propria auto, preferibilmente vicino ad una pompa dell’acqua per rendere l’operazione più comoda. I luoghi più comuni per lavare la propria auto a casa sono il giardino o il garage.

Fatte queste scelte bisognerà munirsi di tutto l’occorrente necessario per il lavaggio:

  • shampoo o sapone per auto;
  • spugne;
  • panni in microfibra o in pelle di daino;
  • secchi;
  • cera per auto;
  • lucidante per cerchioni;
  • se necessario, prodotti specifici per la nostra auto.

In commercio esistono dei kit che includono i prodotti maggiormente utilizzati per la pulizia e il lavaggio dell’auto e un set di panni in microfibra per asciugarla.

Al momento dell’acquisto di uno shampoo o del sapone per il lavaggio della propria auto scegliere il prodotto che più si adatta alla propria carrozzeria e al tipo di sporco da eliminare, in commercio ci sono decine di prodotti quindi sarà facile scegliere il migliore in base alle nostre esigenze.

Vi sono poi anche altre precauzioni da tenere a mente quando si lava la propria auto a mano, la prima è sicuramente quella di posizionare il veicolo in una zona all’ombra o comunque non troppo esposta alla luce diretta del sole, questo perché, soprattutto nei periodi più caldi dell’anno, si rischia che la carrozzeria bagnata si asciughi troppo in fretta causando macchie d’acqua o di piccole gocce. Rendendo tutti i nostri sforzi vani.

Preparazione e prelavaggio dell’auto

Esistono tre fasi diverse per lavare la propria auto e ognuna di queste fasi deve essere fatta seguendo le procedure giuste. Evitando di commettere errori comuni che renderebbero il nostro lavoro inutile o controproducente.

La fase di prelavaggio consiste essenzialmente nell’uso di uno sgrassatore da passare su alcune sezioni della carrozzeria del veicolo. È necessario scegliere uno sgrassatore non troppo aggressivo per non rovinare o danneggiare la verniciatura. Spesso ci si dimentica questo passaggio o per il poco tempo si tende a saltarlo, ma in realtà ha un’importanza fondamentale per eliminare ogni tipo di sporco superficiale dalla macchia più piccola allo sporco incrostato.

Si utilizza quindi un prodotto sgrassante sviluppato appositamente per auto e a partire dalla parte bassa del veicolo fino a quella alta si applica questo prodotto. Fatto ciò bisognerà attendere che lo sgrassante agisca eliminando ogni traccia di sporco e, quando questo avrà fatto effetto, si potrà procedere con il risciacquo. Non sempre in un solo passaggio riusciremo ad eliminare lo sporco più ostinato e per tale ragione dovremo ripetere questa operazione fino a quando non avremo eliminato ogni traccia di sporco.

Il lavaggio dell’auto a mano

Completata questa prima fase si può passare al lavaggio vero e proprio. Iniziando dalle zone inferiori, perché di norma sono le parti dove l’auto tende a sporcarsi maggiormente e più velocemente. Queste zone di cui fanno parte anche le ruote, essendo sempre a contatto o comunque vicino al suolo stradale sono molto esposte all’accumulo di sporco, polvere e detriti di ogni tipo. Per questa ragione è bene pulire queste zone con cura e strofinare bene i cerchi e le ruote. È preferibile utilizzare una spugna esclusivamente per le ruote, vista la considerevole quantità di sporco che sicuramente presenteranno.

Il lavaggio va effettuato con due secchi, il primo che conterrà lo shampoo o il sapone e l’acqua e il secondo dedicato esclusivamente al risciacquo della spugna e/o del panno che utilizzeremo. Inoltre, quando l’acqua di uno dei due secchi comincia a divenire fin troppo torbida, questo andrà svuotato e riempito con acqua pulita.

La tecnica prevede di prendere la spugna dal secchio dedicato al risciacquo e immergerla poi nel secchio con la schiuma. Fatto ciò si potrà procedere a passare la spugna sulla carrozzeria, facendo attenzione a non esercitare troppa pressione durante questa fase per non rovinare la vernice della carrozzeria. Si può anche utilizzare un panno in microfibra che, meno aggressivo della spugna o di altri materiali, e che permette di pulire l’auto senza rischiare di graffiare la carrozzeria o rovinare la vernice superficiale.

Questa operazione si ripeterà fino a quanto l’auto non sarà lavata del tutto, ovviamente risciacquando la spugna ogni volta che ve ne sia il bisogno. Evitando sempre di strofinare troppo a lungo o con troppa pressione. Completata questa fase si laverà via la schiuma dall’auto con acqua fredda. Ulteriore attenzione va fatta a possibili residui rimasti sulla carrozzeria che, se non eliminati, rischiano di provocare graffi o lesioni durante il passaggio e la pressione della spugna. Possiamo eliminare questi residui con un veloce getto d’acqua.

L’asciugatura dell’auto

L’ultima fase, quella di asciugatura, è anch’essa importantissima e per avere ottimi risultati è necessario utilizzare un panno umido. Risciacquata l’auto, partendo dalla parte superiore, si potrà passare un panno in microfibra o in pelle di daino per asciugare ogni sezione dell’auto ed eliminare le goccioline d’acqua rimaste, che se non eliminate lasciano macchie rendendo tutto il lavoro di lavaggio sprecato.

In questa fase, se notiamo graffi e/o abrasioni sulla nostra auto, possiamo anche utilizzare della pasta abrasiva per alleviarle o rimuoverle totalmente.

Pulire i vetri e gli interni dell’auto

Per lavare superfici trasparenti come i vetri o altre parti dell’auto va prestata particolare attenzione. Lavare con la soluzione di acqua e sapone o shampoo più dare un buon risultato, ma la soluzione migliore sarebbe utilizzare un prodotto specifico e idrorepellente per i vetri.

Per quanto riguarda gli interni bisogna fare una prima distinzione tra gli interni delle portiere e l’abitacolo vero e proprio. Per quanto riguarda gli interni delle portiere e il battitacco questi vanno puliti con particolare attenzione, in quanto queste zone sono di solito colme di polvere e detriti. Per la pulizia dell’abitacolo invece dipende da molti fattori, primo tra tutti il materiale di cui sono fatti i componenti all’interno.

Ad esempio per pulire i sediolini bisognerà utilizzare il prodotto più adatto in caso siano in pelle o utilizzarne uno diverso in caso questi siano in altro materiale. Fare molta attenzione a quando si puliscono gli interni con acqua poi, in quanto questa potrebbe compromettere i dispositivi elettronici all’interno dell’auto. Evitare di utilizzare getti d’acqua diretti e preferire invece un panno bagnato o, ancora meglio, umido.

Pulire i cerchi dell’auto

I cerchi sono sicuramente uno dei punti in cui lo sporco si accumula maggiormente e più velocemente, sia quello raccolto per strada sia quello prodotto dall’impianto frenante. Ovviamente questo è inevitabile visto il loro contatto con l’asfalto, ma con i prodotti giusti e un po’ di pazienza è possibile rendere anche questa sezione dell’auto liscia e lucente.

Durante la fase di prelavaggio con una spazzola e un prodotto sgrassante è necessario pulire tra le razze e tra tutti gli altri elementi del cerchio. Successivamente risciacquarlo con cura, senza tralasciare gli pneumatici e le altre parti metalliche. Per una pulizia perfetta in commercio vi sono numerosi trattamenti lucidanti per i cerchioni, disponibili sia per quelli in acciaio che per quelli cromati o in lega che doneranno un effetto brillante e di lunga durata.

Ultimi dettagli della pulizia dell’auto

Mai dimenticare i dettagli e i particolari quando si lava la propria auto. Sono molte le sezioni che spesso vengono dimenticate e dove però si annida molto sporco più o meno visibile. Vediamo alcuni degli accorgimenti per una pulizia completa del nostro veicolo:

  • sollevare e pulire bene la zona sottostante ai tappetini;
  • utilizzare l’aspirapolvere sui tappetini e negli angoli difficili da raggiungere a mano;
  • svuotare e spolverare per bene il cruscotto;
  • lavare i pedali facendo attenzione ad asciugarli per bene prima di ripartire;
  • lucidare gli specchietti ed asciugarli, senza lasciare aloni o macchie;
  • svuotare il portabagagli, pulire le parti in plastica con sapone ed acqua e utilizzare l’aspirapolvere per raccogliere ogni traccia di sporco residuo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come lavare l’auto a mano fai da te