Lamborghini, numeri da record nel 2019 anche in Italia

Tutti i mercati hanno visto un aumento sostanziale delle consegne, segnando traguardi storici a livello nazionale.

Nell’anno 2019 Automobili Lamborghini ha confermato i suoi solidi livelli di crescita a livello mondiale. Con un aumento del 43% delle consegne ai clienti di tutto il mondo, passando così da 5.750 a 8.205 vetture, il marchio italiano di supersportive ha incrementato ulteriormente per il nono anno consecutivo le vendite dei suoi modelli, registrando un nuovo record.

Con 2.374 vetture, gli USA si confermano il primo mercato, seguiti da Cina, Hong Kong e Macau (770), Regno Unito (658), Giappone (641), Germania (562), Medio Oriente (387), Canada (376) e Italia (370). Tutti questi mercati hanno visto un aumento sostanziale delle consegne, segnando traguardi storici a livello nazionale.

Entrambi i modelli supersportivi hanno raggiunto livelli di vendita significativi: si attestano a 1.104 le consegne della Lamborghini Aventador V12, modello che si conferma ancora molto desiderato, mentre sono state 2.139 le unità vendute del modello della linea Huracán V10, della quale la nuovissima Huracán EVO presenta un design rinnovato e tecnologie all’avanguardia.

Nel 2019, dopo solo cinque anni di produzione, è uscito dalle linee di assemblaggio il modello numero 14.022 della Lamborghini Huracán. Con questi numeri supera quelli della sua antesignana, ovvero la Gallardo, che raggiunse gli stessi volumi in 10 anni, aggiudicandosi il titolo di modello Lamborghini più venduto di sempre.

Come previsto, il Super SUV Urus, il migliore della sua categoria, ha contribuito in modo rilevante all’aumento totale delle vendite: nell’anno appena conclusosi, il primo in cui Urus è stata presente sul mercato dall’inizio alla fine, il numero delle vendite è aumentato del 182% rispetto al 2018, passando da 1.761 a 4.962 unità vendute.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Lamborghini, numeri da record nel 2019 anche in Italia