Auto Euro 0, sono oltre tre milioni: il record in Campania

I dati ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti disegnano un quadro preoccupante

In Italia ci sono ancora oltre tre milioni di automobili Euro 0: un dato significativo alla luce degli incentivi statali scattati a partire dal primo agosto 2020 per l’acquisto di autovetture Euro 6 nel nostro Paese, una decisione che oltre a dare ossigeno all’industria automobilistica serve a svecchiare un parco auto nazionale che non gode di ottima salute.

Secondo i dati ufficiali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, aggiornati al 31 dicembre 2019, nei registri della Motorizzazione risultano ancora registrate 3.327.113 automobili Euro 0 che corrispondono all’8,4% del totale vetture ad uso privato in circolazione in tutta Italia.

Se l’analisi si allarga alle Euro 3, il quadro non migliora: le vetture private Euro 0-1-2-3 presenti nell’Archivio Nazionale dei Veicoli della Motorizzazione Civile sono 13,4 milioni. Pur riconoscendo che tra questi numeri potrebbero essere presenti mezzi iscritti ma di fatto non più circolanti, i dati dicono che un terzo delle auto potenzialmente in strada ha 15 anni o più di anzianità.

Analizzando i dati a livello territoriale, si scopre che la Campania conta più di 503.000 auto private Euro 0 ancora immatricolate che rappresentano un sesto del totale nazionale. Dietro la Campania troviamo la Sicilia con 429.000 vetture immatricolate appartenenti a questa categoria. Terza posizione per la Lombardia che conta poco più di 383.000 autovetture Euro 0.

Andando a guardare i numeri su base percentuale, al primo posto si conferma ancora la Campania dove il 14% delle autovetture rientra nella categoria Euro 0. Al secondo posto la Calabria, dove la percentuale è pari al 13,7%, mentre slitta al terzo posto la Sicilia con il 12,6%.

Allargando l’analisi anche alle vetture Euro 1-2-3, la Calabria conquista la prima posizione della classifica: quasi la metà dei veicoli totali della regione, il 48,3%, appartiene a una categoria inferiore a quella Euro 4. In Sicilia la percentuale è del 47,9% mentre in Campania si attesta al 46,7%.

Le vetture che hanno 15 o più anni alle spalle, oltre ad essere dannose per l’ambiente e potenzialmente meno sicure sulle strade, hanno anche inevitabili conseguenze negative sul portafogli, con costi maggiori non solo su manutenzione, carburante, e RC auto.

Fortunatamente, visto il numero così elevato di vetture datate presenti sulle strade del nostro Paese, saranno molti gli italiani che potranno usufruire dei nuovi incentivi statali del Decreto Rilancio previsti per chi acquista un’autovettura Euro 6.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto Euro 0, sono oltre tre milioni: il record in Campania