L’ultimo vero esemplare degno del marchio fu Lancia Thesis

Un’auto realizzata interamente in Italia, l’ultimo tentativo della Casa di ritagliarsi uno spazio di prestigio

Oggi il marchio Lancia sta giungendo quasi al termine della sua vita, dopo una lunga agonia iniziata dagli anni Novanta.

Periodo in cui Fiat Auto iniziò un ridimensionamento e una malagestione che appunto si trasformarono in un momento molto buio per Lancia. Si susseguirono così differenti tentativi di rilancio per il brand, a partire dalla Lancia Dialogos, una berlina di grosse dimensioni e dallo stile retrò, chi riprendeva soprattutto le linee dell’Aurelia, con un allestimento moderno e tecnologico all’interno.

Nel 1998 l’auto fu presentata al Salone di Torino, raccogliendo tanti pareri positivi. Solo due anni dopo un’altra novità. Nel 2000 il Papa infatti ricevette una nuova limousine derivata direttamente dalla Dialogos. L’anno successivo poi debuttò la Lancia Thesis, con interni lussuosi, moltissimi optional e anche un equipaggiamento di serie già ben fornito.

La Thesis sembra essere l’ultima auto veramente degna di portare il logo Lancia, eppure il design elaborato della vettura (rispetto ai gusti della clientela dell’epoca), il prezzo di acquisto elevato abbinato ad un’immagine del brand che ormai era in declino e una rete di vendita abituata alle utilitarie furono tutti i fattori che penalizzarono l’ingresso sul mercato della Lancia Thesis e la sua diffusione.

lancia-thesis

L’auto venne prodotta inizialmente a Rivalta, per essere trasferita poi nello stabilimento di Mirafiori, disponibile con il 2.4 JTD, con potenze comprese tra 150 CV e 185 CV, il cinque cilindri 20V, 2.0 turbo da 185 CV e 2.4 da 170 CV, e il V6 Alfa Romeo, 3.0 da 215 CV e 3.2 da 230 CV. La Lancia Thesis conquistò il parere positivo soprattutto nella classe politica, più che nei clienti privati. L’auto venne poi usata per una comparsa al Festival del Cinema di Venezia nel 2006, Lancia era infatti sponsor ed era stata usata per accompagnare attori e divi del cinema.

L’ultima Lancia Thesis uscì dalla produzione nel 2009, quando c’era già pronta a prendere il suo posto la Chrysler 300 C importata dal Canada. Prima vennero realizzate alcune versioni speciali, come ad esempio verniciature bicolore e limousine. Gli esemplari dell’ultima versione sono stati sedicimila. L’auto fu un progetto comunque difficile e non proprio ben riuscito, costò molto caro alla Fiat ma nonostante questo molti appassionati del brand la considerano l’ultima auto degna di Lancia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI L’ultimo vero esemplare degno del marchio fu Lancia Thesis