Tutto ciò che bisogna sapere sulle auto bifluel

Auto bifluel: che cosa sono e quale versione scegliere in base alle nostre esigenze

Il termine bifluel, derivante dalle parole inglesi bi (due) e fluel (carburante), significa doppio carburante ed è riferito alle automobili alimentate con due tipi diversi di combustibile. Queste vetture possiedono un doppio serbatoio che può contenere due carburanti diversi, solitamente GPL (gas di petrolio liquefatto) e benzina, o metano e benzina.

Negli ultimi anni, il numero delle automobili bifluel è in crescita, sia a causa dell’aumento del prezzo dei carburanti tradizionali, sia per una maggior consapevolezza ecologica che spinge ad utilizzare carburanti con un impatto ambientale minore: GPL e metano danno luogo a emissioni inferiori alla benzina e al diesel. Inoltre, la diffusione del gas naturale tramite metanodotti, non impatta sul traffico automobilistico.

Il GPL è una miscela di idrocarburi con prevalenza di propano e butano. Quando il GPL è a pressione atmosferica e a temperatura ambiente, si trova in stato gassoso. Per rendere il trasporto più agevole viene liquefatto aumentando la pressione e portandola tra i 2 e gli 8 bar. Il metano, detto anche gas naturale compresso (CNG), è un idrocarburo derivante dalla decomposizione di materiale organico.

In commercio esistono molte vetture progettate e costruite con un doppio impianto di alimentazione. In queste automobili, una centralina gestisce l’utilizzo del gas e della benzina. Altrimenti, è possibile istallare un impianto a gas su una vettura a benzina presso un’officina specializzata. In tal caso si avrà nell’abitacolo un pulsante che permette la gestione manuale dei carburanti. Il serbatoio per il gas è solitamente istallato nel bagagliaio o sotto il pianale.

La scelta tra alimentazione bifluel a GPL o metano presenta vantaggi diversi: il metano consente un risparmio maggiore rispetto al GPL ma offre una catena distributiva più limitata. Per il momento non è possibile rifornirsi autonomamente di gas presso le stazioni di servizio, anche se pare che si stia pensando di attivare distributori self-service, utile per chi ha necessità di viaggiare in orario notturno.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Tutto ciò che bisogna sapere sulle auto bifluel