Il triste primato dell’Italia sulle auto più vecchie

Abbiamo visto più volte che l’età media delle auto che circolano in Italia è molto alta, è uno dei grandi problemi del nostro Paese

Ci sono differenti studi che nel tempo analizzano quella che è l’età media del parco auto circolante in Europa e quella relativa ai vari Paesi che fanno parte dello stesso continente.

Come già sappiamo purtroppo l’Italia è uno dei Paesi che sta agli ultimi posti in questa classifica, vista l’età media del parco auto circolante tra le più alte d’Europa: è il triste primato del nostro Stato, e non è la prima volta che ne parliamo. La situazione non sembra migliorare, anzi.

L’età dei veicoli che circolano in Italia continua a essere molto alta, e la conferma ci arriva anche da una nuova indagine svolta da ACEA (Associazione Europea Costruttori Automobili). I mezzi che vediamo ogni giorno sulle nostre strade sono datati, tantissimi quelli con più di 10 anni di vita: un vero e proprio problema, che riflette quelle che sono le difficoltà del settore.

Le auto vecchie sono le più inquinanti e le meno sicure. E purtroppo il triste primato coinvolge anche i veicoli commerciali leggeri, quelli pesanti e gli autobus. Nemmeno le misure prese dall’Esecutivo sono riuscite a stravolgere la situazione, gli incentivi auto non sono abbastanza per svecchiare il parco auto.

Una nuova indagine ACEA, che ha pubblicato il report “Vehicles in use Europe 2023” ci rende quelli che sono i numeri reali dell’Italia e le difficoltà che il nostro Paese ha nel ridurre l’età del parco auto circolante.

Veicoli in uso in Europa: il rapporto di ACEA

L’edizione 2023 del rapporto “Vehicles in use” di ACEA fornisce un’ampia panoramica della flotta di veicoli a motore su strada in UE, comprendendo autovetture, veicoli commerciali leggeri, veicoli commerciali medi e pesanti e autobus.

Per Paese, il rapporto veicoli in uso mostra il numero di veicoli a motore in uso per ogni tipo di veicolo e come si è evoluta la flotta nell’ultimo decennio. Mostra anche importanti informazioni per segmento di veicolo per ciascun Paese europeo, come l’età media, la quota di ciascun tipo di carburante e il numero di veicoli per 1.000 abitanti.

Nel 2021, il parco auto dell’Unione Europea è cresciuto dell’1,2% rispetto al 2020, con quasi 250 milioni di auto circolanti in tutto. Tutti i Paesi dell’UE hanno ampliato il proprio parco auto (tranne la Slovenia, -4,1%). La Slovacchia ha registrato la crescita più elevata (+8,2%).

Sono 29,5 milioni i furgoni che circolano in tutta l’Unione Europea, di cui la metà concentrati in tre paesi: Francia (6,3), Italia (4,3) e Spagna (3,9). Sono più di 6,4 milioni i veicoli commerciali medi e pesanti sulle strade dell’UE, con un aumento del 3,2% rispetto al 2020. Con oltre 1,2 milioni di camion, la Polonia ha la più grande flotta di camion.

Gli autobus in funzione in UE sono in tutto 714.008, e anche in questo caso quasi la metà si trova solo in tre paesi: Polonia (126.547), Italia (100.199) e Francia (94.523).

L’età media del parco auto circolante

Nell’Unione Europea le auto oggi hanno in media 12 anni, un dato pessimo purtroppo. I Paesi peggiori sono la Grecia e l’Estonia, con veicoli di 17 anni. Le auto più nuove si trovano in Lussemburgo (7,6 anni).

Dei quattro principali mercati dell’UE, l’Italia ha la flotta di furgoni più vecchia, con 14 anni di età, seguita da vicino dalla Spagna (13,6 anni).

Focalizzandoci invece sul tipo di carburante, nonostante la crescita delle vendite negli ultimi anni, le auto ricaricabili (elettriche e ibride plug-in) rappresentano ancora solo l’1,5% del parco auto totale dell’UE.

I veicoli commerciali leggeri a diesel dominano ancora la scena nell’UE. L’Unione Europea conta 567 autovetture e 83 veicoli commerciali ogni 1.000 abitanti, sempre secondo i dati pubblicati nel report di ACEA.

I dati relativi all’Italia

Le auto in circolazione in Italia sono più di 39,8 milioni (dati 2021). Sono tante, e infatti il nostro Paese si posiziona sul podio europeo, secondo solo alla Germania (oltre 48 milioni di autovetture). Terza posizione per la Francia (più di 38 milioni). È chiaro che la situazione attuale del mercato automobilistico, ancora in negativo per numero di immatricolazioni, non è un buon segno per l’aggiornamento del parco circolante.

L’età media del parco auto circolante in Italia (dati aggiornati al 2021) è di 12,2 anni. I dati ACEA confermano che il 59% delle auto che circolano nel nostro Paese ha più di 10 anni.