Toyota Rav 4 2013: quarta generazione al test del turbodiesel

Trazione anteriore, cambio manuale a sei marce e motore 2.0 D-4D da 124 Cv. comfort, rumorosità contenuta e bagagliaio fino a 1.746 litri per viaggiare anche divertendosi

C’era una volta il più piccolo dei SUV moderni, poi furono in tanti a seguire la sua strada, finché per lui giunse il momento di arrivare alla quarta generazione, perché nel frattempo nessuno era riuscito a metterlo in disparte. Paralleli fiabeschi a parte, il nuovo Toyota RAV4 è proprio l’erede del modello che 19 anni fa debuttò sul mercato, affiancando auto con un più vicino al mondo dei fuoristrada come la Suzuki Samurai e Vitara. Dopo 4,5 milioni di unità vendute in tutto il mondo la RAV4 si rinnova con un look ispirato alla nuova Toyota Auris, dimensioni più grandi, un nuovo 2.0 turbodiesel accoppiato alla trazione anteriore e un controllo dinamico della ripartizione della trazione per le versioni a versione a quattro ruote motrici. Sulle strade che si snodano nell’entroterra di Sitges, in Spagna, abbiamo guidato la 2WD 2.0 D-4D a gasolio con il cambio manuale a 6 marce, che sul modello uscente non c’era. Il listino base della gamma RAV4 parte da un prezzo di 24.900 euro.

Avvicinandosi il nuovo RAV4 si percepisce appena che gli ingombri sono maggiori rispetto al modello uscente, guadagnando 20,5 cm in lunghezza, 3,3 cm in larghezza e abbassando l’altezza di 2,5 cm. La linea di cintura alta, i passaruota pronunciati e le luci diurne a LED conferiscono poi una certa armonia nelle proporzioni, con il tocco off-road del rivestimento in resina nella parte centrale del fondoscocca. In coda il portellone non ospita più la ruota di scorta e non si apre più a libro, essendo incernierato in alto come sulla maggior parte delle automobili. Con l’apertura motorizzata si accede a un vano bagagli più ampio che in passato, 547/1.746 litri sommati ai 100 litri disponibili sotto al pavimento. Il divano posteriore è frazionabile 60:40 e permette a chi siede dietro di inclinare lo schienale per viaggiare più comodo. Oltre a una migliorata abitabilità gli interni si segnalano anche per i materiali soft touch che rivestono la plancia e i pannelli porte e per la cornice in metallo satinato che ereditata dalle cugine più lussuose Lexus. Tuttavia nella console centrale non ci hanno convinto alcuni dettagli, come il l’orologio digitale piccolo e di aspetto un po’economico, lo schermo multifunzionale poco leggibile o la forma squadrata del quadro strumenti, che si contrappone alla suggestiva illuminazione blu degli indicatori. Per il resto si ritrovano la robustezza e la sobrietà riconosciute al marchio e al RAV4.

Su strada il nuovo RAV4 con il 2.0 turbodiesel 2WD con cambio manuale a 6 marce permette di muoversi in relax, con 124 Cv e un consumo che nei 120 km della nostra prova si è fermato su un valore di 6,0 l/100 km letto sul computer di bordo. La rumorosità contenuta ci permette di concentrarci sugli aspetti dinamici di questo SUV, che manifesta un rollio consono ai 1.535 kg dichiarati per la massa. Lo stile di guida rilassato non è suggerito solo dall’erogazione del motore, ma anche dalla taratura del servosterzo elettrico che rende leggera ogni manovra pur non sacrificando troppo in precisione alle andature autostradali, fase in cui il nuovo Toyota RAV4 svela la sua indole di passista. Vengono in aiuto dispositivi di assistenza alla guida come il Blind Spot Monitor, che copre l’angolo cieco del retrovisore esterno segnalando il sopraggiungere di un altro veicolo con una spia luminosa. Manca però un avviso sonoro all’inserimento dell’indicatore di direzione, quando la spia si limita soltanto a lampeggiare. Allarme e spia luminosa sono invece parte integrante del Lane Departure Warning, sistema di sicurezza (Tech Pack, solo su allestimento Lounge) a richiesta che mantiene l’auto nella propria corsia di marcia.

Il listino di partenza della nuova Toyota RAV4 è di 24.900 euro, ma per la versione 2.0 D-4D Active 2WD che abbiamo provato si parte da 27.300 euro, con un’interessante dotazione di serie.

(a cura di OmniAuto.it)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Toyota Rav 4 2013: quarta generazione al test del turbodiesel